In evidenza

ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <




Prossime escursioni

Non ci sono eventi al momento.
Programma completo 2017
- Vedi -

Utimo messaggio

Luca
Elisa, la gita all'isola Palmaria risale al 2015 !!!
Domenica 02 Aprile 2017

Ultimo post dal Forum

  • 26/05/2017 18:15
    Video sulle Dolomiti bellunesi
    (Aaron)

  • Facebook

    QR Code Link


    www.amicidellamontagna.lucca.it



    In questa pagina potete trovare le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la
    prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà,
    qualche consiglio per
    l'abbigliamento, l'attrezzatura e ........le vettovaglie!


    > AVVISO N° 25/2015 - Cena Sociale (12 Dicembre 2015)

    12 Dicembre 2015

    Cena sociale " Amici della Montagna  "

    Ristorante " SKIPPER "

    S. Maria del Giudice

    Menù di pesce: (  per chi  vuole solo pesce  )

    Antipasti
    - Alici alla povera

    - Tartar di salmone

    - Insalata di farro e pesce

    - Soute di cozze
    Primi
    - Risotto  di  mare

    - Penne  agli scampi
    Secondo
    - Frittura  mista
    ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
    Menù di Terra: (  per chi  non vuole il pesce  )
    - Antipasti misti di terra
    Primi
    - Risotto  ai  funghi
    - Tortelli alla lucchese
    Secondo
    - Tagliata alle erbe
    ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
    Dolce,acqua,  vino, spumante, caffe.

    Tutto a  euro 35/cad.

    Al momento della prenotazione per la cena, comunicare il menù prescelto: di  terra o di mare.

    PER MAGGIORI INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI CONTATTARE:

    Oriano Marraccini al 338 2475323


    > AVVISO N° 24/2015 - Parco dell'Orecchiella (6 Dicembre 2015)

    6 Dicembre 2015 - ore 07:30

    Programma: Parco dell'Orecchiella.

    Ritrovo al parcheggio Conad e partenza con mezzi propri alle ore 07.30

    Località di partenza e di arrivo: Rifugio Isera

    Dislivello in salita e discesa: 800 mt

    Tempo di percorrenza: 5,30 ore (soste escluse)

    Dal Rifugio Isera, dove lasceremo le macchine, seguendo i segnali giallo azzurro, si stacca il sentiero che scende fino alle capanne di Pruno, piccolo villaggio un tempo abitato dai pastori.
    Voltato a sinistra, in mezzo alle capanne si attraversano i terrazzamenti, seguendo sempre il segnavia giallo/blu di AIRONE, fino al bosco dove si inizia a salire sul versante sud-ovest della Pania.
    Si incontra ben presto il sentiero CAI n° 58 che sale da Corfino, lo si imbocca verso sinistra salendo sulla larga mulattiera che conduce fino alla Maestà di San Pellegrino (1300 m s.l.m.).
    Qui dopo una salita abbastanza impegnativa,  faremo una breve sosta per compattare il gruppo.
    Si prosegue  a sinistra verso le radure della Bandita per poi ridiscendere all’alpeggio di Campaiana dove consumeremo il pasto.
    Ripartiti si segue la sterrata proveniente dall’Orecchiella verso sinistra per un centinaio di metri,  la si lascia  poi ancora a sinistra nei pressi di una recinzione e, passando  vicino ad un abbeveratoio si sale verso il Rifugio Granaiola.
    Da qui attraversando prati e boschi di faggio si giunge sulla cresta della Pania di Corfino fino alla cima (1603 m s.l.m.).
    Dalla cima si scende poi verso destra rientrando nel bosco, per raggiungere in circa 30 minuti la  Sella di Campaiana.
    In prossimità di una croce di legno si svolta a sinistra  imboccando nel bosco la mulattiera della Buca dei  lupi fino al rifugio  Isera.

    Si precisa che considerato il percorso abbastanza lungo e le poche ore di luce a disposizione, l’escursione potrà subire variazioni.

    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua, capi sportivi e scarporcini da trekking.

    Capogita Piero Pierotti  cell: 3288297501


    > AVVISO N° 23/2015 - Moriglion di Penna (8 Novembre 2015)

    8 Novembre 2015 - ore 08:30

    Programma: Moriglion di Penna.

    La partenza è prevista alle ore 8,30 dal parcheggio abituale ( Conad ) , per ritrovarsi al parcheggio del cimitero di San Lorenzo a Vaccoli per le ore 9 circa. Dal parcheggio, per la via comunale arriveremo a S. Maria del Giudice per imboccare il sentiero n°116 (ex n°040) che ci porterà in salita sulla punta del Moriglion di Penna mt 542. Se il tempo è bello la visuale spazia a 360° con vista sino alla Corsica, alle Apuane e all'Appennino . Sosta per il pranzo. Ripartiamo per il lato opposto con il sentiero n°114 (ex n°041) per arrivare al passetto Croce di Vaccoli e in discesa sino alle case di Piè di Penna per la (via dei bovi) cioè via dei buoi che in tempi passati trasportavano i marmi bianchi scavati nelle cave del medio Penna. Dalle case per strada vicinale sino all'arrivo alle macchine per fine giro.  Gita breve ma interessante.

    Ciao renzo lazzarini.

    Dislivello: circa 500 mt. .
    Tempo: ore  4 circa (escluso soste).

    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua ( non si trova lungo il percorso ), capi sportivi e scarporcini da trekking.             

    Capo gita: Marchi Francesco e Lazzarini Renzo cell  333 8271134


    > AVVISO N° 22/2015 - Anello del Monte Forato (25 Ottobre 2015)

    25 Ottobre 2015 - ore 08:00

    Programma: Anello del Monte Forato

    Ritrovo al parcheggio della Conad di S. Anna e partenza alle 8,00. Arrivati a Fornovolasco ,  si lasciano le macchine e si imbocca il sentiero n 6, che si allontana leggermente dal fondovalle .
    Dopo circa 10 minuti di cammino si giunge ad un bivio tra due sentieri il n 2 e il n 6, tutti e due conducono all'arco del monte, ma noi prenderemo il n° 6 .
    Il sentiero n 6 all'inizio si presenta con un andamento pianeggiante per poi scendere fino in fondo alla valle, per poi risalirla fino ad una grossa sorgente situata presso i ruderi di una chiesa medioevale per poi raggiungere una strada sterrata.
    Dopo aver percorso questa strada si giunge ad un nuovo bivio e tenendo la sinistra  si segue sempre il segno bianco-rosso,  iniziando la salita alla foce di Petrosciana.
    Il sentiero inizia con una forte salita ma breve, zigzagante che porta al valico detto Foce di Petrosciana, ( mt 900 s.l.m  circa 1.40 da Fornovolasco ).
    Alla Foce di Petrosciana si possono prendere due sentieri: il primo e quello che ci permette di seguire la cresta fino a giungere alla prima scaletta di una via " ferrata " ( situata a sinistra ), qui volendo percorrere la via più facile evitando la via ferrata, si lascia la cresta portandosi decisamente a destra e mediante un sentiero in saliscendi nel bosco si arriva direttamente al gigantesco arco naturale ( ore circa 2.30 ).
    Da qui possiamo ammirare il meraviglioso arco naturale che fa del Forato una montagna veramente unica: l’arco è largo 32 m. e alto 26 m. e il suo spessore minimo è di 8 m.; all’origine di questa caratteristica figura, da cui la montagna ha tratto il nome, c’è l’azione erosiva di vento e acqua che hanno inciso il calcare sfruttando le fratture della roccia.
    Dal valico del Monte Forato si può accedere facilmente alla cima nord (m. 1208,38) la più bassa delle due vette del Forato: qui è posta una croce di ferro e sotto la cima si trovano ancora alcune postazioni scavate dai tedeschi durante l’ultima guerra mondiale, che facevano parte della linea gotica: da qui, come dall’altra cima, si può godere di un vasto panorama che spazia dal mare, alle vette delle Apuane (particolarmente affascinante la veduta su Pania, Uomo Morto e Pania Secca), alla Garfagnana e a tutta la catena dell’Appenino tosco-emiliano. Dopo aver gustato il bel panorama riprenderemo il cammino per il rientro a Fornovolasco.

    Dislivello: circa 600 mt. .
    Tempo: ore  5 circa (escluso soste).

    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua, capi sportivi e scarporcini da trekking.             

    Capo gita: Lucchesi Giuseppe cell  333 8271134



    > AVVISO N° 21/2015 -  Montelupo - Greve in Chianti  - Montelupo (22 Novembre 2015)

    22 Novembre 2015 - ore 07:30

    Programma: Anello di Fonterutoli

    Fonterutoli - Campalli – Cogne - Casina di Cornia - Castello La Leccia - Fonterutoli.

    Ore 7,30 partenza dalla Conad di S. Anna, per Castellina in Chianti. All’incirca le ore 9,15 inizieremo la nostra camminata.
    Percorreremmo un itinerario ad anello, nel territorio di produzione del Chianti Classico Gallo Nero. Si parte da Fonterutoli, piccolo borgo medievale.
    Il percorso è prevalentemente su strade bianche e sentieri di bosco.
    Da Fonterutoli (507 m), si scende ai 369 mslm di Campalli, poi in un continuo su e giù tipico di questo territorio, si passa vicino al borgo di Cogne (335 m); proseguendo si arriva all’azienda Agricola Biologica Casina di Cornia (dove faremo una sosta per merenda, prenotazione da fare all’iscrizione alla gita, costo € 15 ), si continua per l’agriturismo Molino di Bombi, si sale fino al Castello la Leccia (434 m), passando dalla recentemente ristrutturata Isola Serena, quindi si riscende nuovamente a Bombi (330 m), passando dal bosco, e a questo punto si risale a Fonterutoli.

    La camminata è su strade bianche e la pioggia di questi periodi non dovrebbe causare condizioni di impraticabilità, tuttavia non sarà difficile trovare del fango.
    Un (facile) guado da superare, nel caso l’acqua fosse più del solito, bisognerà togliersi le scarpe (utile un asciugamano e magari un paio di ciabatte).

    Si raccomandano vestiario adeguato, incluso un k-way o poncho, scarpe da trekking.

    Lunghezza del Percorso + Altimetria (E)

    [Km 13, tempo di percorrenza ore 4,1/2]+ Sosta Merenda

    Per informazioni ed iscrizioni DERI 3388250691

    Si richiede di prenotarsi entro il 15 Novembre 2015, per poterci organizzare adeguatamente, e verificare la possibilità di andare anche in pullman.


    > AVVISO N° 20/2015 - Passo Forbici  - M.te Prado - Rif.Battisti - Abetina Reale (27 Settembre 2015)

    27 Settembre 2015 - ore 07:30

    Programma:

    Dal parcheggio della Conad di S. Anna in auto raggiungiamo la località Casone di Profecchia ed imbocchiamo la sterrata sino al Passo delle Forbici (quota 1586 m.), parcheggiamo ed iniziamo l'escursione seguendo il sentiero CAI 00 direzione est per il Monte Prado.
    Dopo un breve tratto in una faggeta sbuchiamo sull'ampio crinale dove la vista non incontra ostacoli ed è possibile vedere la vetta del Prado, ma anche le vicine Alpi Apuane con le Panie ed il Sumbra, percorriamo il sentiero con qualche saliscendi sino a giungere alla Bocca di Massa e proseguiamo sul crinale che sale sul Monte Cella (quota 1935 m.).
    Scendiamo al Passo degli Scaloni e saliamo sul Monte Vecchio (quota 1975 m.).
    La Montagna in quest'area non è aspra, il crinale è spazioso e coperto di vegetazione, e dopo un po’siamo in vetta al Prado ( quota 2064 m ) dal cui potremo goderci il panorama .
    Proseguendo  in discesa raggiungiamo il Rifugio Battisti ( 1751 s.l.m. ). Di proprietà del CAI di Reggio Emilia è rinomato per l'ottima cucina  e le altrettanto torte.
    Da qui proseguiamo per l’Abetina Reale ( 1400 s.l.m. ) ed il rientro al Passo delle forbici.

    Dislivello: in salita circa 500 mt. per i vari saliscendi.
    Tempo: ore  6 circa (escluso soste).

    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua, capi sportivi e scarporcini da trekking.             

    Capo gita: Di Vito Annamaria cell  3397229894


    > AVVISO N° 19/2015 - Trekking del Prosecco - Conegliano Valdobiadene (10/11 Ottobre 2015)

    10 Ottobre 2015 - ore 06:00

    Programma:

    sabato 10 ottobre

    Partenza ore 6.00 con bus granturismo dal parcheggio della Conad in via Enaudi, S.Anna.

    Dopo  arrivo  Conegliano suggestiva passeggiata a risalire, immersi nelle colline del Prosecco di Conegliano, un torrente fino alle sue sorgenti e alla pieve di San Pietro di Feletto da cui si gode uno splendido panorama sull'area. All'arrivo è possibile vedere l'antichissima chiesetta locale con rarissimo affresco del Cristo della Domenica. Con bus trasferimento a Conegliano, sistemazione in albergo nel centro del paese.

    Cena in hotel e pernottamento.

     Domenica 11 ottobre:

    Partenza ore 08:30 dall'Hotel transfer (30 min circa) in bus  verso Colline Prosecco di Valdobbiadene spettacolare escursione di 4 - 4,5 ore circa tra le Colline ed i vigneti con i migliori panorami dell'area all'arrivo, breve (10 mins) trasferimento in bus ad una delle più rinomate cantine di Valdobbiadene, con ulteriore, spettacolare, vista panoramica sull'area in cantina: visita guidata alla cantina, degustazione di (almeno) 6 qualità diverse di vini, merenda rinforzata (affettati, formaggi, verdure, dolce) possibilità di acquisto prodotti a prezzo di produzione ripartenza per Lucca circa alle ore 16:00


    Costo a persona euro 150, comprensivi di :  bus granturismo, pernottamento in hotel 3 stelle, cena con menù degustazione ( tris antipasti, bis di primi piatti, un secondo con contorno , dessert ) comprensivo di acqua e vino.  Ristoro e degustazione della domenica pomeriggio  come da programma. Supporto  di guida naturalistica ambientale.

    Per chiarimenti ed iscrizioni telefonare a Antonello tel 348 595 6541 o ad Annamaria 339 722 9894


    > AVVISO N° 18/2015 - Vetricia - Cime Romecchio - Rif. Lame Capraia - Vetricia (13 Settembre 2015)

    13 Settembre 2015 - ore 07:30

    Programma

    Partenza  ore 7,30 dal solito parcheggio Conad per raggiungere, da Renaio, la loc . Vetricia dove lasceremo le auto.
    Con il sentiero n 20 andremo ad incrociare il sentiero 00 al Passo del Terzino mt.s.m. 1582  e successivamente  sempre con il sentiero 00 le Cime di Romecchio,  per arrivare, poi, al Passo della Bassa del Saltello mt.s.m. 1600 circa; poco dopo lasciato il sentiero 00  arriveremo al rifugio Lame di Capraia dove mangeremo al sacco in quanto il rifugio è chiuso per festività locale.
    Dopo pranzo ritorneremo al passo del Saltello  dove per strada sterrata ritorneremo alle auto.

    Dislivello: in salita circa 500 mt. per i vari saliscendi.
    Tempo: ore  5 circa (escluso soste).                           

    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua, capi sportivi e scarporcini da trekking.             

    Capo gita: DEL MORO GIULIO   cell  3289021679


    > AVVISO N° 17/2015 - Passo Lagastrello - Monte Acuto (30 Agosto 2015)

    30 Agosto 2015 - ore 07:30

    Percorso: diga di Lagastrello ( 1150 mt.s.l.m. )  – Costaccia – sella di Monte Acuto ( 1736 mt.s.l.m. ) – Monte Acuto ( 1756 mt.s.l.m. ) - diga di Lagastrello.

    Ritrovo al Supermercato "CONAD", accanto alla Circoscrizione di S. Anna (Lucca), per la partenza con le proprie autovetture.
    Parcheggiate le auto nei pressi del ponte della diga di Lagastrello, dove troviamo un pannello che indica il percorso che andremo ad effettuare, troviamo il sentiero che parte proprio da qui, costeggiamo dapprima la recinzione del lago Paduli fino ad arrivare ad una piana dove troviamo un cippo.
    Prendiamo il sentiero  in direzione sud, dopo un primo tratto in leggera salita arriviamo ad una radura dove attraversiamo un piccolo corso d’acqua.
    Entriamo nel bosco seguiamo la traccia che procede pressoché in piano regalando così un attimo di riposo ma dopo poco il sentiero procede con salita più accentuata e dopo una serie di tornanti usciamo allo scoperto del bosco sui prati della Costaccia.
    Da qui potremo avere una bella vista sui Groppi di Camporaghena e verso le non lontane Alpi Apuane.
    Arrivati ad una palina che indica la sella  a soli 30 minuti, comincia un bel sentiero che porta alla Sella del Monte Acuto e infatti potremo ammirare l’imponente piramide dell’Alpe di Succiso e la vetta aguzza del Monte Acuto.
    Da qui potremo affrontare l’ultimo tratto che porta alla cima del Monte Acuto per poi cominciare la discesa verso la diga del Lagastrello.


    Dislivello: 690 mt.

    Tempo: 4,00 h (soste escluse)

    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua, capi sportivi e scarporcini da trekking.             




    > AVVISO N° 16/2015 - Isola Santa - Col Favilla - Puntato - Rif. Del Freo e ritorno (26 Luglio 2015)

    26 Luglio 2015 - ore 07:30

    Capo gita: Carlo Matteucci (Cell. 338 5815515)


    Programma:

    Partenza da Lucca con le ns. autovetture per raggiungere Isola Santa.

    Partiremo da ISOLA SANTA e attraversando boschi incontaminati ci dirigeremo –in salita- fino al COL DI FAVILLA antico alpeggio (oggi disabitato, ma molto attivo fin dall’anno 1600) con una chiesetta antica e piena di fascino.

    Passato il Col di Favilla ci incammineremo sul sentiero CAI n. 11 in direzione di Puntato –anche questo antico alpeggio - per poi prendere il sentiero CAI 128 che ci porterà diritto al Rifugio “DEL FREO” nostra meta dell’escursione.

    Il ritorno avverrà percorrendo per intero il sentiero CAI n. 9

    Data la giornata che si preannuncia “molto, molto calda” la partenza avverrà sempre alla stessa ora “7,30”.


    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua, capi sportivi e scarporcini da trekking.

    Capo gita : Carlo Matteucci (Cell. 338 5815515)



    > AVVISO N° 15/2015 - Due giorni sull'Appennino - Rif. Casentini - Fontana a Troghi - Campolino - Abetone (Pernottamento) - Val di Luce - Foce a Giovo - Campolino - Rif. Casentini (8/9 Agosto 2015)


    Trasporto: mezzo proprio

    ATTENZIONE:

    Il percorso non è difficile ma molto impegnativo per la sua lunghezza, specialmente il 1° giorno, pertanto si consiglia la partecipazione solo di escursionisti allenati!

    Sabato 8/08/15

    -          ore 06,30 partenza dalla CONAD di S. Anna – Lucca,

    -          ore 08,00 circa arrivo al Rifugio Casentini

    Il primo giorno l’escursione sarà divisa in quattro parti:

    1. 1. Casentini - Fontana di Troghi.

    Dal Rifugio ci incamminiamo attraverso  faggeti verso Fontana di Troghi per circa 2 ore (dislivello 150 m. in discesa e 150 m. in salita)

    1. 2. Fontana di Troghi – Foce di Campolino.

    Qui ci fermeremo per una breve merenda per proseguire ancora in salita per circa 2 ore (dislivello 500 m.)

    1. 3. Foce di Campolino – Lago Nero.

    Arrivati alla Foce alle 13.00 circa, si pranza al sacco e ci si riposa. La parte più faticosa è passata perché il percorso d’ora in poi sarà in discesa. Circa 1 ora (dislivello 100 m)

    1. 4. Lago Nero – Abetone.

    Al Lago faremo una sosta per mirare i panorama e poi proseguire per l’Abetone, circa 2 ore ancora in discesa – (dislivello 200 m.)

     Arrivati all’Abetone verso le 16,00 ci recheremo all’ Ostello della Gioventù dove ceneremo e pernotteremo in camerate da 6 posti.

     Domenica 9/08/15

    -          Rientro al Rifugio Casentini

    -          Dopo aver fatto colazione all’Ostello prenderemo l’impianto di risalita: Abetone – Selletta.

    -          Arrivati alla Selletta proseguiremo sul sentiero 00 attraverso le cime: Denti della Vecchia (evitando la cresta), Passo di Annibale tutto in quota per circa 2 ore. Arrivati a Foce al Giovo prenderemo il sentiero in discesa per 300 m. che ci porterà al Rifugio Casentini.

    Per prenotazioni telefonare a Paladini Giovanni all’ora di cena: 3287549773

    Costo per cena-pernottamento-colazione e cestino per il pranzo € 50,00 + Biglietto Impianto: circa € 12,00

    Tessera di Iscrizione al gruppo obbligatoria: € 15,00

    Abbigliamento:  normale attrezzatura da trekking, con zaino capiente, ricambio, accappatoio e ciabatte, giacca a vento, scarpe da trekking, bastoni da montagna, E’ importante il rifornimento di acqua.

    Capo gita  PALADINI Giovanni


    > AVVISO N° 14/2015 - DONEGANI - FOCE A GIOVO - FINESTRA GRONDILICE - DONEGANI  (28 Giugno 2015)

    28 Giugno 2015 - ore 07:00

    Capo gita: Rossella Alessandri (Cell. 339 5023241)

    Programma:

    Partenza da Lucca ore 7:00 (parcheggio della Conad in via Enaudi).

    Lasciate le macchine nei pressi del rifugio Donegani, con il nuovo sentiero 37A cominceremo a salire sino a foce a giovo, con il panorama davanti a noi.
    Con il sentiero 179 mantenendo la quota andremo ad incrociare il sentiero 186 che scende dalla finestra del Grondilice per il rifugio cava 27.
    Valuteremo al momento se è il caso di arrivare alla finestra , oppure salire al passo delle pecore (15 minuti da cava 27) per spaziare sulla ferrata del contrario e la valle massese.
    Il ritorno alle macchine per strada marmifera (meno impegnativa e piu'panoramica ) o con il sentiero da dietro il rifugio.

    Quota in salita: mt 600 alla finestra.
    Quota in discesa: (idem).
    Tempo di percorrenza circa 5 ore.

    Pranzo al sacco e ristoro al rifugio.
    Buona scorta di acqua dato il caldo.
    Vestiario a cipolla, scarponi.
    Percorso senza grandi difficoltà ma sempre su sentieri apuani.


    > AVVISO N° 13/2015 - SETTIMANA VERDE SULLE DOLOMITI IN ALTA BADIA A SAN CASSIANO (12-18 Luglio 2015)

    12 Luglio 2015 - ore 6:30

    Descrizione della gita:

    Le passeggiate lungo il fondo valle dell'Armentarola, i prati dello Stores, il sentiero dei larici e il sentiero della meditazione, la suggestiva zona pedonale ed i tramonti mozzafiato sulle cime rosa delle Dolomiti.
    Sono queste le cose che contribuiscono a scrivere la poesia di questo paese.
    Percepire il suono del silenzio ed il sibilo del vento che scende i dirupi e attraversa le valli,  dolci vibrazioni , da ascoltare socchiudendo gli occhi.


    PROGRAMMA

    Domenica 12 luglio, partenza ore 6,30 dal piazzale dietro il supermercato Conad a S.Anna (Lucca) in Via Einaudi.

    Nel pomeriggio breve passeggiata da San Cassiano ad Armentarola e ritorno.
    Passeggiata rilassante lungo le rinfrescanti acque del torrente Rü da San Ciascian e attraverso ombreggiati boschi di conifere.
    Si parte dal paese di San Cassiano (1526 m),  situato ai piedi delle cime del Lavarela e Conturines e da qui, proseguendo sempre nella stessa direzione, prima in leggera salita poi su tratto pianeggiante, attraverso prati e pascoli, si arriva fino all‘Armentarola.
    Difficoltà: sentiero facile, tipo di sentiero mulattiera


    Lunedì 13 San Cassiano - La Crusc/S.Croce – Badia-11,5 km, 3,5 h, 576 Dislivello

    Da San Cassiano a La Crusc/S.Croce e discesa a Badia
    Caratteristiche: Escursione in quota attraverso prati, pascoli in fiore, boschi di larici e pini mughi, ai piedi delle maestose pareti del Sas dla Crusc. Lo splendido panorama, la natura incontaminata, la flora tipica dei paesaggi dolomitici ed i camosci, che si avvistano lungo le creste rocciose, fanno di questa passeggiata un’esperienza indimenticabile.
    Punto di partenza: San Cassiano - centro (1524 m)
    Itinerario: Dalla chiesa di San Cassiano, si imbocca la stradina asfaltata contrassegnata dal nr. 15 in salita verso est e si procede in direzione del al maso Larjëi. Oltrepassato il maso, si prosegue attraverso un bosco di larici, per poi raggiungere il maso Rüdeferia. Si prosegue in salita, per immettersi nel bosco e raggiungere l‘incrocio con il sentiero nr. 12, che da La Villa porta alla Forcela Medesc. Si procede, sempre nella stessa direzione, verso nord sul sentiero nr. 15 che, leggermente in salita, porta al santuario di La Crusc/S.Croce(2.047 m) (2h 30min.).
    Lungo l‘ultimo tratto, il percorso é affiancato dalle stazioni della Via Crucis. Da La Crusc/S.Croce si gode di un panorama spettacolare su Marmolada, Grup dl Sela, Puez-Odle, Pütia e più a nord sui ghiacciai delle Alpi centrali.
    Si prosegue quindi sul sentiero nr. 13, che dalla chiesetta porta in direzione di La Villa.
    Altri 20 minuti ca. si arriva ad un bivio dove, prendendo il sentiero sulla destra nr. 7/B, si scende attraverso il bosco, per arrivare ad Oies, dove si trova la casa natale del Santo Giuseppe Frenademez (40min.). Da qui si prosegue attraverso i prati sul sentiero nr. 13/A, che scende fino a Badia.
    Punto di arrivo: Badia
    Difficoltà: sentiero facile/medio
    Tipo di sentiero: sentiero agevole, poi mulattiera

     

    Martedì 14 Forcela dl Lêch - Lêch de Lagació (9,1 km; 4 h; 881m Dislivello)

    Dalla Capanna Alpina alla Forcela dl Lêch e al Lêch de Lagació
    Caratteristiche: Escursione alpinistica molto panoramica nel Parco Naturale Fanes-Senes-Braies, con ampia vista dalla Forcela dl Lêch su tutta l‘alpe di Fanes a nord, sull‘imponente Conturines ad ovest, sulle pareti rocciose del gruppo Fanis ad est e verso sud su tutto l‘altopiano del Lagació/Lagazuoi con l‘omonimo lago.
    Punto di partenza: San Cassiano/Capanna Alpina (1729 m)
    Itinerario: Dal rifugio Capanna Alpina (1729 m) ci si immette sul sentiero nr. 11, prima pianeggiante in direzione est, per poi salire in direzione nord-est, attraverso il bosco verso il Col de Loćia (2069m). Si prosegue sullo stesso sentiero con vari saliscendi, attraverso ampie distese di pini mughi, fino ad arrivare al Gran Plan o Plan de Ciaulunch, un grande pianoro verde (1h 20min.), all‘inizio del quale si trova una biforcazione, che sulla destra, in direzione sud-est, porta al Lêch de Lagació. Si segue il sentiero nr. 20/B,
    in leggera salita, fino alla Forcela dl Lêch (2475 m),
    che è il punto più alto dell’itinerario (2h 30min.). Da questo punto inizia la discesa lungo il sentiero ripido, ma ben mantenuto, fino al Lêch de Lagació. Si procede poi sul sentiero nr. 20 che, attraverso un ripido canalone, porta prima al rifugio Ütia Scotoni (20min.),
    poi lungo la pista da sci Lagació/Lagazuoi, fino alla Capanna Alpina (50min.), al punto di partenza dell’escursione (4h).
    Punto di arrivo: San Cassiano/Capanna Alpina (1729 m)
    Difficoltà: sentiero medio/difficile
    Tipo di sentiero: sentiero agevole

     

    Mercoledì 15 San Cassiano - Fanes –Pederü (13,9 km; 4,1 h; 605m Dislivello)

    Attraversata del Fanes dalla Capanna Alpina fino a Pederü
    Caratteristiche: Escursione nel Parco Naturale di Fanes-Senes- Braies, entrato a far parte del Patrimonio Naturale dell‘Umanità UNESCO. L‘alpe di Fanes è senza dubbio uno dei luoghi più affascinanti di tutto il territorio delle Dolomiti, raggiungibile facilmente dalla Val Badia e da Cortina. Lungo i sentieri, si possono ammirare la tipica flora e la fauna alpine.
    Punto di partenza: San Cassiano/Capanna Alpina (1729 m)
    Itinerario: Da San Cassiano si raggiunge la Capanna Alpina (1729 m). Dal rifugio ci si immette sul sentiero nr. 11, prima pianeggiante in direzione est, poi in salita in direzione nord-est fino al Col de Loćia (2069 m), con vista panoramica sul Grup dl Sela e sulla Marmolada. Si prosegue sullo stesso sentiero con vari saliscendi, attraverso grandi distese di pini mughi, fino a raggiungere il Gran Plan o Plan de Ćiaulunch, una grande distesa verde, all‘inizio della quale si trova la biforcazione per il Lagació/Lagazuoi. Attraversato il Gran Plan, si procede in salita verso il passo Tadega (a sinistra bivio per Lavarela e Conturines). Si prosegue nella stessa direzione, in leggera discesa fino alla malga Gran Fanes (2110 m) (2h). Da qui, dopo una leggera salita,si giunge al Lêch de Limo, da dove si scende poi verso i rifugi Ütia Fanes e Ütia Lavarela (2h 40min.). Tra i due rifugi è situato il romantico Lêch Vërt. Da qui si scende a Pederü, seguendo la segnaletica nr. 7, che porta prima al Lé Piciodel, per poi procedere fino alla fermata dell‘autobus di Pederü (1544 m) (4h 10min.).
    Punto di arrivo: Pederü (1544 m)
    Difficoltà: sentiero medio/difficile
    Tipo di sentiero: sentiero agevole

     

    Giovedì 16 Dall‘Armentarola al Pralongià, passando per i prati di Störes 12,7 km3,5 h585 Dislivello

    Dall‘Armentarola al Pralongià, passando per i prati di Störes
    Caratteristiche: Questa escursione, con partenza in località Armentarola, porta lungo un ampio sentiero in leggera salita attraverso il bosco fino ai prati di Störes. Da qui si ha una splendida vista sull‘altopiano del Pralongià e sulle montagne, che circondano l‘Alta
    Badia: Sas dla Crusc, Lavarela, Conturines e Lagazuoi.
    Punto di partenza: San Cassiano/Armentarola – (1726 m)
    Itinerario: Dall‘Hotel Armentarola si imbocca il sentiero nr. 18 verso sud. Nei pressi dell‘Hotel Gran Ancëi si attraversa il torrente, seguendo l‘indicazione per il Pralongià. Si prosegue sul sentiero nr. 24/A, che attraverso un prato in leggera salita, porta fino all‘inizio del bosco. Si sale dunque lungo la Val de Störes, fino a raggiungere gli omonimi prati (1h 30min.). Il percorso è di particolare interesse dal punto di vista geologico. Procedendo la salita, si raggiunge il grande crinale di Störes. Da qui, in direzione ovest, si raggiunge il rifugio Ütia Pralongià (2h 10min.). Il ritorno a San Cassiano si effettua, seguendo inizialmente il sentiero nr. 23 per ca. 500 m verso nord per poi svoltare a destra verso San Cassiano (nr. 22). Si cammina in leggera discesa, attraverso prati e pascoli in direzione nordest, fino ad arrivare al rifugio Ütia Malga Saraghes (50min.). Da qui si prosegue sempre sul sentiero nr. 22, che porta dopo altri 50 minuti di camminata al paese di San Cassinao.
    Punto di arrivo: San Cassiano –(1524 m)
    Difficoltà: sentiero facile/medio
    Tipo di sentiero: mulattiera

     

    Venerdì 17 Sas Pordoi - Piz Boè – Corvara 7,3 km3,1 h385 Dislivello

    Attraversata dal Pordoi a Corvara con salita al Piz Boè
    Caratteristiche: L’attraversata del Grup dl Sela è una delle più appaganti escursioni dolomitiche. Offre un panorama unico, con una vista che spazia dalla Marmolada a sud-est, al gruppo del Sasslong a nord-ovest.
    È la via d’accesso al Piz Boè più facile e più breve e pertanto anche la più frequentata.
    Punto di partenza: Passo Pordoi (2.239 m)- funivia Sas Pordoi
    Itinerario: Utilizzando la funivia, che dal passo porta in pochi minuti al Sas Pordoi (2950 m), in un‘ora ca. si può agevolmente raggiungere il Piz Boè. Dalla stazione a monte della funivia si scende fino alla Forcella Pordoi.
    Da qui si prosegue per ca. 10 min. lungo il sentiero nr. 627, che porta al rifugio Ütia Boè/ Bambergerhütte. Allo sbocco del canalone, che sale dalla Val Lasties, si procede verso destra sul sentiero nr. 638 in direzione Piz Boè e, dopo una leggera salita, si giunge ad un vasto pianoro, situato ai piedi della cima. Da questo punto si sale alla cresta,seguendo le tracce di sentiero e facili banchi di roccia, giungendo cosí alla vetta del Piz Boè (3151 m) (1h 20min.) con l’adiacente rifugio Ütia Capanna Fassa. La discesa avviene in direzione del rifugio Ütia Franz Kostner, lungo il sentiero  nr. 638, attraverso ghiaioni e su lastroni di roccia della cresta orientale della cima.
    Dopo 40 minuti ca., si giunge alla scoscesa gola Pigulerz, coperta di detriti rocciosi (particolare attenzione!).
    Superata la gola, si prosegue sulla sinistra, sempre seguendo il sentiero nr. 638, passando sotto le pareti delle Pizes de Valun, fino a raggiungere il rifugio Ütia Franz Kostner (1h 10min.). In pochi minuti si raggiunge la seggiovia Vallon per scendere a valle. Si può anche proseguire a piedi, seguendo sempre il sentiero nr. 638, che porta prima all’idilliaco Lêch de Boè e giunge poi alla stazione a monte della cabinovia Boè (2197 m), che scende a Corvara.
    Punto di arrivo: Corvara – cabinovia Boè (1555 m)
    Tipo di sentiero: sentiero alpinstico con tratti attrezzati

     

    Sabato 18 Tru di lersc / Sentiero dei larici (2,9 km; 1,3 h; 227m Dislivello)


    Da San Cassiano al maso Rüdeferia lungo il „Tru di lersc“
    Caratteristiche: Il percorso naturalistico–didattico “Tru di lersc” si dirama per 1,5 km ca., attraverso boschi di larici e prati alpini ai bordi del parco naturale Fanes–Senes–Braies, tra le località Rü e Rüdeferia. Presso il maso Rüdeferia si può ammirare un caratteristico mulino ad acqua, recentemente ristrutturato ed ora perfettamente funzionante. Lungo il sentiero didattico, ideato dall’Ufficio Parchi Naturali della Provincia di Bolzano, sono state allestite interessanti opere, come i caratteristici steccati alpini o i muri a secco, nonché dei tabelloni con informazioni su flora, fauna e geologia della zona.
    Punto di partenza: San Cassiano - centro (1524 m)
    Itinerario: Dalla chiesa di San Cassiano, si imbocca la stradina asfaltata, contrassegnata con il nr. 15, in salita verso est, verso il maso Larjëi. Da qui si prosegue a destra sulla stradina nr. 15/A, fino al nucleo abitativo di Rü. Sulla sinistra, passando tra due steccati, parte il sentiero naturalistico-didattico „Tru di lersc“ che, in leggera discesa, prosegue fino alla località Rüdeferia. Per il ritorno a San Cassiano, si segue lo stesso sentiero in direzione sud, fino al bivio, dove sulla destra, si imbocca il sentiero (nr. 15), in discesa verso il maso Larjëi e San Cassiano.
    Punto di arrivo: San Cassiano (1524 m)
    Difficoltà: sentiero facile
    Tipo di sentiero: mulattiera

    Partenza per il rientro a Lucca dopo pranzo, arrivo in serata.

     

    QUOTA DI PARTECIPAZIONE 550€:  pensione completa, Hotel nel centro pedonale di San Cassiano, Bus granturismo

    Per iscrizioni chiamare il 339 5238631 oppure 339 7229894

    Si ricorda che per partecipare è necessario versare la quota associativa annuale di 15€



    > AVVISO N° 12/2015 - Sant' Anna di Stazzema - M.te Gabberi - Farnocchia - Sant' Anna di Stazzema  (17 Maggio 2015)

    17 Maggio 2015 - ore 8:00

    Descrizione della gita: SANT' ANNA  DI STAZZEMA MONTE GABBERI.

    Purtroppo la gita come avevo pensato di effettuare non è possibile farla a causa degli eventi  della notte tra il 4 e 5 marzo che non rendono possibile la percorrenza del sentiero 3 che ci avrebbe condotto alla foce di Sant'Anna, pertanto l'escursione  avrà una durata leggermente inferiore, ma comunque interessante.

    Dal parcheggio del cimitero (il sentiero 4 è   interrotto inizialmente per la caduta di alberi) faremo la strada che conduce a case Sennari (m 720) dove   riprenderemo il sentiero 4 che conduce a Farnocchia, poco prima  della foce  prenderemo un sentiero  senza numero che salendo ci condurrà  senza particolari difficoltà verso la cima che raggiungeremo dopo le facili roccette della cosidetta scala HILLARY. Dalla cima del monte nonostante la relativa altezza ( metri 1108)  avremo un bellissimo panorama  di tutte le Apuane ,dal Sagro all'Altissimo,Cavallo, Tambura, Sella, Panie , Procinto ecc, sono visibili, in fortunate giornate, le Alpi Marittime e Cozie e in mare aperto ,le isole settentrionali dell'arcipelogo  toscano e la Corsica. Dopo la sosta  scenderemo  verso la foce di San Rocchino, che non raggiungeremo,  in quanto prenderemo  un sentiero senza numero a sinistra che conduce a Farnocchia.  Passeremo  sotto un monolite calcareo,  chiamato Pietralunga, del monte Gabberi che raggiunge i 900 metri. Proseguendo incroceremo il sentiero 4 che conduce  alla foce di Farnocchia da  dove  scendendo per pochi metri rincontreremo il sentiero che abbiamo fatto nella mattina.

    NOTE STORICHE:

    Il paese di Sant' Anna,  frazione del comune di Stazzema si trova sulle estreme propaggini meridionali delle Alpi Apuane.

    Le sue origini risalgono al 1500 ,quando nacque come alpeggio di Farnocchia, utilizzato per la transumanza del bestiame. Anticamente Sant'Anna viveva di agricoltura e di pastorizia e

    dell' attività mineraria che risale addirittura agli etruschi.

    Purtroppo Sant'Anna è famosa per l'eccidio del 12 agosto 1944 quando i soldati delle SS radunarono 560 abitanti (per lo più anziani, donne e bambini) e dopo averli brutalmente uccisi, li bruciarono. Sul vicino Col di Cava sorge il monumento -ossario che raccoglie i resti delle vittime, coronato da una scultura in pietra locale, che raffigura una madre che stringe  al petto la figlioletta morta. Su iniziativa del deputato Carlo Carli ed altri, viene istituito  nel 2000 il Parco nazionale della pace  a Sant' Anna di Stazzema.

    Escursione senza particolari difficoltà , durata 4/5 ore dislivello in salita m 500 complessivo  400 in discesa.

    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua, capi sportivi e scarporcini da trekking.

    Capo gita  Lucchesi Giuseppe cell 3338271134


      >  AVVISO N° 11/2015 - Monte Gottero ( Liguria )   (07 Giugno 2015)

    07 Giugno 2015 - ore 7:00

    ( Attenzione la data è diversa rispetto al depliant cartaceo)

    Descrizione della gita: Escursione Monte Gottero - 7 Giugno 2015

    Ritrovo dei partecipanti alle ore 7,00 precise, presso il parcheggio Conad a S. Anna,  partenza in Bus,  via Autostrada A12 ( Genova - Livorno) raggiungeremo l’uscita di Brugnato - Borghetto Vara, e prenderemo la Provinciale per raggiungere il Passo Cento Croci, dove lasceremo il Bus,  (vi è la possibilità di fare colazione), quindi raggiungeremo il Passo della Coppelletta (mt. 1085) trasportati 14 per volta con piccoli pulmini (4.5 km dal Passo di Cento Croci). Dal Passo della Cappelletta si seguono i segni dell'Alta Via  dei Monti Liguri,  che conducono dapprima al Passo del Lupo (1155) e poi, attraverso l'antica "Strada dei Termini", sino ad un bivio nel bosco (1300). Qui si abbandona l'Alta Via (che prosegue a mezzacosta verso la Foce dei Tre Confini) e si sale sulla destra (segni bianco-rossi) fino a raggiungere la vetta del Monte Gottero.(1639).

    Al ritorno si prosegue sul crinale in direzione est scendendo alla Foce dei Tre Confini (antico cippo di confine del 1780 tra Liguria, Emilia Romagna e Toscana mt. 1416).    Dalla Foce dei Tre Confini si svolta a sinistra e si imbocca la mulattiera che, attraverso le splendide faggete del versante settentrionale del Gottero, riporta al bivio di quota 1300 e quindi al Passo della Cappelletta (1085) dove ritroveremo i mezzi per il ritorno al Passo Cento  Croci.

    Tempo di Salita 3/3,30  ore

    Tempo totale Escursione 5/5,30 ore, più soste e viaggio.

    Difficoltà :E

    Dislivello + 600 mt. - 600

    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua, capi sportivi e scarporcini da trekking.

    Capogita: DEL BARBA Deri.




    > AVVISO N° 10/2015 - Traversata : Trassilico - Stazzema   (19 Aprile 2015)

    19 Aprile 2015 - ore 7:30

    Descrizione della gita:

    Escursione attraverso le storiche vie di collegamento tra la Garfagnana e la Versilia, con partenza da Trassilico ed arrivo a Stazzema.

    Partenza in bus dal parcheggio della Conad in via Enaudi (Lucca) ore 7:30.

    Trassilico è una frazione del comune di Gallicano, in provincia di Lucca. Si trova nella Valle del Serchio, in Garfagnana.

    Il territorio si trova a un'altitudine di 720 m s.l.m., sul versante garfagnino delle Alpi Apuane, di fronte al Monte Forato e alla Pania della Croce.

    Abitato fin da epoca romana; è stata accertata la presenza longobarda.
    Trassilico posto nel territorio soggetto alla Repubblica di Lucca, nel 1430 passò spontaneamente agli Estensi, divenendo così sede di un'importante vicaria, al confine fra il territorio della Repubblica di Lucca e quello della Repubblica di Firenze (vicaria di Barga).
    Il paese era difeso dalla rocca, che sovrastava l'abitato e nella quale risiedevano il podestà, i sindaci e il cancelliere notaro.

    Il Comune comprendeva il capoluogo e le località di Gragliana, Vallico Sopra, Vallico Sotto e Fabbriche di Vallico e nel 1947.quando fu soppresso, contava 1722 abitanti .

    Nel 1947 la sede comunale fu trasferita nella frazione di Fabbriche di Vallico e l'anno successivo il comune cambiava denominazione. Trassilico fu quindi per un periodo frazione del comune di Fabbriche, ma più tardi venne aggregata al comune di Gallicano.

    Arrivati a Trassilico si prende il sent. CAI n° 135 che attraverso la Foce della Pampanella.
    Segue il crinale fino al M.Bicocca ( 1038 m) ed al Colle delle Baldorie; in prossimità della pietra di confine del Termine si prende il sent. CAI n° 137 per dirigersi verso la vetta del M,Croce a 1314 m, luogo con bel panorama sul versante garfagnino delle Apuane meridionali, noto per le fioriture primaverili.
    Dalla cima si scende verso la Foce del Pallino, si percorre il tratto delle” Scalette”, intagliato nella roccia e dotato di catena di sicurezza, per raggiungere la Foce delle Porchette, a 982 m,; da qui si  scende direttamente verso Stazzema con il sent. CAI n° 6,  da dove è previsto il rientro in bus fino a Lucca.

    L’escursione non richiede particolare impegno, se non una normale preparazione escursionistica per la discreta durata.

    Per prenotazioni chiamare Luigi o Annamaria al 339 7229894 che sono i capigita

    Difficoltà: E
    Tempo di percorrenza: h. 6

    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua, capi sportivi e scarporcini da trekking.

    I KM PERCORSI NELLA SOPRADETTA GITA SONO 18,17 IL TEMPO TOTALE E' STATO DI 8 h e 28 m, dislivello: 750 sml. a Trassilico, 1300 sml. sul M.te Croce, 500 sml. Stazzema.


    > AVVISO N° 9/2015 - Escursione in bicicletta, lungo il fiume Serchio fra castelli, conventi e ville !  (6 Aprile 2015)

    6 Aprile 2015 - ore 9:30

    Descrizione della gita:

    Ritrovo ore 9:30 direttamente al "Foro Boario" al ponte di Monte San Quirico (Lucca).

    Prima tappa Riprafatta , la Rocca.
    Successivamente Castello di Nozzano, certosa di Farneta.
    Ritorno sulla pista ciclabile del fiume direzione ponte a moriano per Ville Lucchesi.. e spuntino all ‘osteria da Canapino.
    Rientro.. al foro boario.

    Capogita: Annalisa Mori

    per informazioni chiamare Annalisa: 3290624411


    > AVVISO N° 8/2015 - S. Andrea di C.to - Pieve di C.to - Sassobodda - Colle di Calci - Santallago  e ritorno (22 Marzo 2015)

    22 Marzo 2015 - ore 7,30

    Descrizione della gita:

    Partenza alle ore 7:30 dal piazzale della Conad (S.Anna - Lucca) per direzione S. Andrea di Compito.

    Dopo qualche anno eccomi di nuovo a proporre una gita  -senza pretese- sul nostro Monte Pisano.

    Mentre l’altra volta ho iniziato il percorso dalla zona mare (Certosa di Calci) baciata dal sole, questa volta la propongo partendo dal Compitese.

    Partiremo da S. Andrea di Compito, nei pressi della torre di avvistamento, dove lasceremo le macchine nel  parcheggio pubblico (meno sono, meglio è in quanto in questo periodo si svolge la rinomata manifestazione delle camelie). Ci addentreremo nelle viuzze del paese dove potremo ammirare la camelie in fiore e ci dirigeremo, senza indugio,  verso la Pieve di Compito, dove presso la “Fonte L’Agostina” (mt. 108) prenderemo il sentiero Cai n. 32 che ci condurrà per uliveti fino al Colle di Trabardatica (mt. 393). Qui ci immetteremo sul sentiero Cai n. 31 che per bei castagneti (alla lucchese) ci condurrà prima al punto panoramico di Cima Sassabodda (mt. 550) successivamente al Colle di Calci ed infine alla rinomata zona di “SANTALLAGO” (mt. 740 circa) punto d’arrivo della nostra gita dove pranzeremo.

    Il ritorno infine lo faremo per il sentiero Cai n. 7 fino a Prato a Sigliori e poi per strada sterrata ritorneremo a S. Andrea di Compito.

    Tempo di percorrenza 6 ore (quindi se qualcuno vuol comprare delle camelie ne ha tutto il tempo).

    P.s: la mia carta è un po’ datata e credo che la sentieristica attuale sia variata nella  numerazione.

    NOTE:

    Dislivello: 740 metri
    Tempo di percorrenza: 6 ore più le soste
    Difficoltà: E

    Capo gita: Carlo Matteucci

    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua, capi sportivi e scarporcini da trekking.

    Mappa escursione

    Clicca sull'immagine per ingrandire


    > AVVISO N° 7/2015 - Colline Livornesi  (8 Marzo 2015)

    8 Marzo 2015 - ore 8,00 

    Anello delle Foresta di Montenero

    Partenza alle ore 8:00 dal piazzale della Conad (S.Anna - Lucca) per direzione di Livorno.
    Ritrovo davanti Santuario di Montenero alle ore 9:30 per iniziare l’escursione.
    L’itinerario si svolge all’interno della Foresta di Montenero, grande complesso botanico il cui nome deriva dalla specie arborea più diffusa su queste colline.
    Incontriamo il leccio, con il suo colore verde scuro delle sue foglio, il pino marittimo e quello d’Aleppo.
    Purtroppo il patrimonio boschivo della foresta ha subito gravi danni dovuti al passaggio di vari incendi.
    Faccio presente che durante il percorso ci sono diversi Sali e scendi.

    NOTE:

    Dislivello: 300 metri
    Tempo di percorrenza: 6 ore più le soste
    Difficoltà: E

    Capo gita: Annamaria Di Vito


    > AVVISO N° 6/2015 - La Grande Guerra - 100 anni - Monte Pasubio, Monte Baldo (31 Maggio / 2 Giugno 2015)

    31 Maggio 2015 ore 8:00

    Descrizione della gita:

    Monte Pasubio e Monte Baldo  31 Maggio e 1 e 2 Giugno 2015

     Nella quota di partecipazione comprende:

    • Pernottamento e cena (bevande incluse) in Hotel nel centro di  Rovereto
    • Guide durante le escursioni
    • Pullman sempre a nostra disposizione
    • Visita del Castello di Noarna con relativa degustazione
    • Cestino del secondo giorno
    • Pranzo del terzo giorno

    Sabato 31 Maggio: Partenza dal parcheggio della Conad e arrivo al Castel Noarna (situato a 2,5 km dal casello autostradale di Rovereto Nord). Visita del castello ed alle sue antiche cantine con degustazione dei vini e uno spuntino a base di tipici taglieri. Nel primo pomeriggio escursione sul sentiero delle Busatte Torbole – Tempesta (partenza da Torbole sul Garda)

    Domenica 1 Maggio: Escursione sul sentiero delle 52 galleria accompagnati dalla guida locale

    Lunedì 2 Giugno: Escursione Novezza di Ferrara di Monte Baldo – Rifugio Telegrafo con pranzo presso il rifugio Telegrafo. Al termine del pranzo rientro a Lucca nei tempi stabiliti

    Partenza ore 8:00 dal piazzale della Conad a S.Anna (Lucca)

    Quota di partecipazione: euro 300,00

    Supplemento singola: 20,00 al giorno

    Acconto 100,00

    PS: si fa presente che attualmente il Comune di Rovereto non ha imposto la tassa di soggiorno, pertanto nel prezzo della quota non è compresa. E’ possibile che al momento del ritorno possa richiedere la suddetta somma.

     Per iscrizione contattare Di Vito Annamaria (cell 339/7229894 ore pasti – e.mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) e durante le riunioni dell’ultimo venerdì del mese presso la casermetta situata sul Baluardo di S.Frediano.

    Capogita : Annamaria DI VITO


    > AVVISO N° 5/2015 - Monte S. Quirico - Mutigliano - Pieve S. Stefano - S. Macario - Monte S. Quirico  (22 Febbraio 2015)

    22 Febbraio 2015 ore 8,00 

    Descrizione della gita:

    Il ritrovo è come al solito presso il Parcheggio della Conad a S. Anna alle ore 8,00 e con le proprie auto ci recheremo a Monte S. Quirico. Le autovetture potranno essere parcheggiate nel parcheggio sottostante la strada ( a sinistra ) prima di attraversare il ponte. Attraversato il ponte di Monte S. Quirico inizieremo la salita che ci porterà alla chiesa parrocchiale.

    Sulla collina, che domina la piana lucchese e ai cui piedi scorre il fiume Serchio, in località detta un tempo “Monticello”, vi era una piccola chiesa dedicata a S. Quirico, ricordata in un documento del 788.Nella seconda metà dell'XI secolo fu ricostruita a tre navate e consacrata nel 1061 (come dicono alcuni) o nel 1063 (come propongono altri con logiche argomentazioni) dal vescovo Anselmo da Baggio, che proprio in quella occasione seppe di essere stato eletto papa e prese il nome di Alessandro II.
    Ampliata nel 1866 e fatta la nuova facciata nel 1897, fu riconsacrata il 15.2.1902 dal Vescovo lucchese Mons. Giovanni Volpi.
    I lavori condotti nell'Ottocento hanno annullato l'aspetto medievale della chiesa.
    A testimonianza della qualità del suo arredo resta prima di tutto la grande croce dipinta, attribuita a Taddeo Gaddi, discepolo di Giotto.

    Durante la persecuzione di Diocleziano viveva ad Iconio (oggi in Turchia) Giulitta (o Giulietta), donna ricca e nobile, che era vedova con un figlio in tenera età di nome Quirico.
    Lasciata la sua città e i suoi averi, per sfuggire alla persecuzione, si rifugiò a Tarso nella Cilicia ( oggi Turchia ), dove però fu raggiunta e fatta arrestare col suo bambino dal governatore romano Alessandro, con l'accusa di essere cristiana.
    Sottoposta a lunghi interrogatori per farla abiurare, si rifiutò di sacrificare agli dei e confessò la sua fede.
    Una leggenda narra che il governatore Alessandro tenesse il fanciullo sulle sue ginocchia. Quirico, vista la madre sofferente e sentite le sue parole, si disse anch'egli cristiano e morì scaraventato a terra dal governatore.
    La madre, pur impietrita dal dolore, restò ferma nella fede e,  dopo strazianti torture,  fu consegnata al boia per essere decapitata.
    Il martirio del più giovane martire cristiano con la madre si colloca intorno al 304/305 e se ne fa memoria il 16 luglio.

    Lasciata la chiesa, attraverso i sentieri e la campagna, arriveremo al paese di Mutigliano da qui inizieremo la salita che ci porterà alla Pieve S. Stefano ( La parrocchia: sul luogo di una piccola chiesa paleocristiana, fu costruita fra il 1000 e il 1200 una chiesa romanica, di cui rimane parte del fianco sinistro e l’abside con tre monofore.
    Nel sec. XVI fu ampliata e fu aggiunto il loggiato alla facciata. La Chiesa a tre navate, il soffitto a volta con decorazioni risalenti al 1910, ed è stato ristrutturato negli ultimi decenni del XX secolo
    ).

    Lassù il nostro sguardo potrà spaziare attraverso la piana lucchese ( in giornate nitide ) addirittura fino al porto di Livorno, comunque anche la vista degli olivet, dei vignetii e della natura circostante ci conforterà della fatica. A questo punto il resto del percorso sarà soltanto in discesa fino al paese di S. Macario ed in pianura per raggiungere lungo il  lato destro del fiume la nostra meta a Monte S. Quirico.

    Giovanni

    NOTE

    DISLIVELLO:
    200 mt.
    DIFFICOLTA' :
    E
    ORE MARCIA:
    ESCLUSE  SOSTE 5 ORE CIRCA

    CAPO GITA Giovanni Paladini  328 7549773

    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua, capi sportivi e scarporcini da trekking.

    Mappa escursione

    Clicca sull'immagine per ingrandire


    > AVVISO N° 4/2015 - 3 GIORNI NELLE MARCHE - Parco del Conero - Recanati - Urbino (1/3 Maggio 2015)

    1/3 Maggio 2015  ore 6,30   

    Descrizione della gita:

    TRE GIORNI NELLE MARCHE: PARCO DEL CONERO, RECANATI,
    URBINO (1-3 MAGGIO 2015)

    La Regione MARCHE: "Così benedetta da Dio di bellezza, di varietà, di libertà, tra questo digradare di
    monti che difendono, tra questo distendersi di mari che abbracciano, tra questo sorgere di colli che
    salutano, tra questa apertura di valli che sorridono..."
    Dal discorso tenuto da Giosuè Carducci a Recanati il 29 giugno 1898 in occasione del 1° centenario della nascita di Giacomo Leopardi

        


    1° giorno – VENERDI’ 1 MAGGIO – RECANATI ED I LUOGHI LEOPARDIANI
    Partenza in pullman alle ore 6.30 dal parcheggio del supermercato in Via Einaudi a Sant’Anna (Lucca).
    La nostra destinazione è Recanati dove, accompagnati da una guida locale, avremo modo di visitare i
    luoghi significativi della vita del poeta (circa 2 h): Piazzola del Sabato del Villaggio, casa di Silvia, chiesa
    dei Cappuccini, Palazzo Leopardi, Colle dell'Infinito, palazzo Antici Mattei, chiesa San Vito, complesso
    di Sant'Agostino e Torre del passero Solitario
    , Palazzo Venieri, Torre del Borgo, chiesa Sant'Anna.
    Dopo la visita guidata ci sarà del tempo libero, quindi verso le 17.30 trasferimento in Hotel, check-in,
    cena in albergo e pernottamento.

    2° giorno - SABATO 2 MAGGIO – TRAVERSATA DEL MONTE CONERO….O IN ALTERNATIVA IL SANTUARIO DI LORETO

    Per i partecipanti al trekking la partenza in pullman dall’Hotel è alle ore 8.30.
    Faremo un percorso alla scoperta del Parco a 360°, con panorami mozzafiato dal balcone naturale di
    Pian Grande, al Belvedere Nord, le antiche Cave Romane (grotte Romane) e la Badia di San Pietro al
    Conero ex Monastero Benedettino. Dopo la pausa pranzo nella parte sommitale del Monte Conero la
    camminata proseguirà lungo il sentiero 301 da cui si aprono vedute eccezionali verso la famosa Baia
    delle Due Sorelle e la costa sud delle Marche. Una deviazione per il Passo del Lupo e si prosegue con la
    discesa fino alla spiaggia di San Michele. (Se la stagione lo consente possibilità di un fare il bagno).
    Risaliremo quindi lungo il sentiero 304 con arrivo nel borgo di Sirolo.
    Rientro in Hotel verso le ore 18.00.
    Lunghezza: 15 km; Dislivello: 800 m; Difficoltà: E (con idoneo abbigliamento e calzature di tipo
    escursionistico); Durata 5 h escluse le soste
    IN ALTERNATIVA…..Chi non se la dovesse sentire di fare il trekking, potrà trascorrere la giornata
    visitando il Santuario della Santa Casa di Loreto (trasferimento andata e ritorno in pullman), oppure in
    relax in Hotel dove sono disponibili la piscina con vista panoramica, il centro benessere (sauna
    finlandese, un bagno turco e una sala per trattamenti al sale) ed il campo da tennis.
    Cena in albergo e pernottamento.

       

    3° giorno – DOMENICA 3 MAGGIO – URBINO LA CITTA’ IDEALE

    Ore 7.30: Check out e partenza in pullman dall’Hotel con destinazione Urbino dove visiteremo,
    accompagnati da una guida locale, il centro storico , il Palazzo Ducale e la Galleria Nazionale delle
    Marche (circa 2 h).
    Il centro storico di Urbino è costituito da un fitto tessuto urbanistico fatto di spazi suggestivi che
    ruotavano attorno alla residenza ducale: la Rampa del Martini, la celebre facciata dei 'Torricini', Piazza
    del Rinascimento. Al centro di questo tessuto vi è il Palazzo Ducale: una vera e propria città nella città.
    Nella Galleria Nazionale delle Marche sono custodite opere dell'arte dal Trecento al Seicento, ma
    soprattutto dove splendono alcuni dei capolavori più significativi del Rinascimento italiano. Fra essi
    figurano la Città ideale, la Flagellazione di Piero della Francesca, la Profanazione dell'Ostia di Paolo
    Uccello, la Muta di Raffaello, ma anche opere di Tiziano, Luca Signorelli, Federico Barocci.
    Dopo la visita guidata ci sarà del tempo libero. Alle ore 15 partenza per rientrare a Lucca in serata.

    COSTO: 280€ a persona in camera doppia, 40€ supplemento singola
    La quota comprende: Viaggio A/R in pullman granturismo, 2 pernottamenti con trattamento di
    pensione completa in Hotel 3* (pranzo al sacco, cena in Hotel), trasferimenti, visite previste nel
    programma accompagnate da guida professionale. Il pranzo del venerdì 1 non è incluso, su richiesta si
    può prenotare il pranzo in locale tipico.

    CAPARRA: 150€ da versare entro il 22 marzo 2015

    Informazioni e prenotazioni: Sandra Minissi tel. 3395238631 e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


    > AVVISO N° 3/2015 - Riomaggiore (Santuario di Montenero) - Telegrafo - Monterosso (Santuario di Soviore) (8 Febbraio 2015)

    8 Febbraio 2015 ore 8,00

    Riomaggiore (Santuario di Montenero) - Telegrafo - Monterosso (Santuario di Soviore).

    Descrizione del percorso:

    Per motivi di opportunità logistica la gita è leggermente modificata rispetto al programma. Partiti da Lucca alle ore 8.00 l’autobus ci farà scendere poche centinaia di metri prima del bivio per Riomaggiore, in modo da imboccare subito la scalinata che ci porterà in pochi minuti al Santuario di Montenero. Da qui proseguiremo, imboccando il sentiero in salita che ci porterà dopo una quarantina di minuti alla località Telegrafo, dove potremo riposare e se aperto utilizzare i servizi del bar-ristorante. Ripartiremo dunque per affrontare il sentiero che, dopo una breve salita, mantenendosi in quota, ci porterà dopo ca. 5 ore (inclusa sosta per pranzo) al Santuario di Soviore (sopra Monterosso), dove ci attenderà l’autobus per riportarci a Lucca.

    Il percorso dunque procede, a parte la salita iniziale, praticamente senza particolari dislivelli, su un sentiero che, pur attraversando boschi, consente la vista  sul magnifico panorama delle 5 Terre, ma anche sul versante interno: la percorrenza prevista è di circa 6 ore”.

    Fabio

    NOTE

    DISLIVELLO:
    200 mt.
    DIFFICOLTA' :
    E
    ORE MARCIA:
    ESCLUSE  SOSTE 5/6 ORE CIRCA

    CAPO GITA Fabio Cozzi  339 8942874

    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua, capi sportivi e scarporcini da trekking.


    > AVVISO N° 2/2015 - Romito Magra-S.Lorenzo-Lerici-Romito Magra (25 Gennaio 2015)

    25 Gennaio 2015 ore 8,00

    Romito Magra - S. Lorenzo - Lerici - Romito Magra

    Descrizione del percorso :

    Ritrovo al parcheggio del supermercato Conad di Viale Einaudi alle ore 8,00 e partenza con mezzi propri, via autostrada, fino al casello di Sarzana, dove ci riuniremo per raggiungere Romito Magra (comune di Arcola Sp.).
    Iniziamo la nostra traversata dalla suddetta località e imbocchiamo il sentiero n° 1 verso il M.te Caprione.
    La macchia è tipicamente mediterranea e la vista si protende fino all’appennino parmense.
    In due ore giungiamo alla parte più interessante del percorso. Si tratta di un complesso megalittico; qui avviene un’affascinante fenomeno al tramonto del solstizio d’estate (all’incirca il 21 giugno) quando la luce del sole entra,  attraverso l’apertura del quadrilite ( struttura megalittica, costituita da due pietre verticali sormontate da un blocco litico a forma di losanga incastrato a mò di architrave alla loro sommità e da una quarta lastra di roccia) e fa proiettare sulla roccia l’immagine di una farfalla dorata.
    Secondo il Prof. Calzolari questo evento risale a circa 6.000 anni a.c. e propende per l’ipotesi “ sciamanica “ secondo la quale gli spiriti dell’uomo si formavano presso una costellazione, detta pertanto genitrice, che dovrebbe coincidere con la figura della costellazione di Cassiopea e perciò le anime tornavano al loro luogo di origine (Cassiopea) sotto forma di uccello o di farfalla.
    Proseguendo ancora tra terrazzamenti di ulivi si ergono i resti della chiesetta di S. Lorenzo al Caprione che è stato il rifugio dei lericini al tempo delle incursioni saracene.
    Discendiamo con il sentiero n° 1 verso il M.te Rocchetta per proseguire fino alla località la Serra, tipico borgo ligure, infine proseguendo il nostro cammino arriveremo a Lerici e ci sarà un po’ di tempo libero per la visita del borgo, il castello o di acquisti presso le botteghe artigiane per, poi, prendere , a piacere, il bus per Romito Magra. Le corse del bus sono al 25’ e al 55’ di ogni ora.

    Marchi Francesco

    NOTE

    DISLIVELLO:
    250 mt.s.l.m.
    DIFFICOLTA' :
    E
    ORE MARCIA:
    ESCLUSE  SOSTE 4 ORE CIRCA

    CAPO GITA Francesco Marchi 334 8918844

    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua, capi sportivi e scarporcini da trekking.

    Pranzo al sacco, a Lerici può esserci l’opportunità di un piatto caldo.


    > AVVISO N° 1/2015 - Balbano-Compignano-Massaciuccoli-Al Cancellino -Balbano (11 Gennaio 2015)

    11 Gennaio 2015 ore 8,30

    Questa escursione, a causa del maltempo, è stata rimandata al 18 Gennaio 2015 con lo stesso orario e modalità

    Balbano - Compignano - Massaciuccoli - Al Cancellino - Balbano.

    Descrizione del percorso:

    Ritrovo alle 8,30 al parcheggio del Supermercato Conad di S. Anna per organizzare le automobili e dirigerci al paese di Balbano.
    La salita, inizialmente asfaltata e con una pendenza contenuta, diviene dopo pochi tornanti (caratterizzati da specchi per la viabilità) impegnativa, percorso un chilometro, poco dopo la fine della strada asfaltata si trova un brevissimo tratto sterrato pianeggiante.
    A questo punto il sentiero svolta bruscamente e ritorna, per un breve tratto, impegnativo. Dopo 500 mt la strada raggiunge un bivio; si prende quindi a destra e, dopo alcuni saliscendi, raggiungiamo la chiesa di Compignano.
    Passando vicino ad una delle tre ville, presenti sul territorio, di Paolina Bonaparte, scendiamo attraverso il bosco fino al paese di Massaciuccoli, dove potremmo osservare i resti di epoca romana.
    Superiamo il paese e continuiamo ancora fino a giungere, nei pressi di una curva (poco prima della deviazione del "Riso Bimbo") all'inizio della prima salita sterrata del "Cancellino" che troviamo sulla nostra sinistra.
    La strada s’inerpica con alcuni facili tornanti fino a  giungere ad un uliveto, dove i vari cartelli annunciano l'arrivo alla località del Cancellino.
    Il sentiero diviene quindi una s
    tretta traccia, chiaramente visibile, tra gli olivi.. Qui il sentiero diviene sterrato, ma agevole fino a raggiungere il paese di Balbano.

    NOTE

    DISLIVELLO:
    275 mt.s.l.m.
    DIFFICOLTA' :
    E
    ORE MARCIA:
    ESCLUSE  SOSTE 4/5 ORE CIRCA

    CAPO GITA Antonello De Villa 348 5956541

    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua, capi sportivi e scarporcini da trekking.