In evidenza

ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <


ULTIMA PHOTOGALLERY
12 Novembre 2017
Sentieri del Moro, Sillico

> Vedi <


TESSERA SOCI

Si ricorda a tutti i soci e agli appassionati della montagna che il prezzo della tessera, necessaria per le attività del gruppo per l'anno 2017 è di Euro 15,00.
La tessera è gratuita per ragazzi fino a 16 anni.
Il tesseramento viene effettuato sia nel corso delle riunioni mensili che alla partenza di ogni gita.


PROGRAMMA 2017

Il programma completo delle escursioni per l'anno 2017 lo trovi

> qui <


AVVISI 2017

Le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà, qualche consiglio per, l'abbigliamento, l'attrezzatura e...le vettovaglie!

> Le trovate qui <


PREVISIONI METEO

> Vedi <




Prossime escursioni

Non ci sono eventi al momento.
Programma completo 2017
- Vedi -

Utimo messaggio

Luca
Elisa, la gita all'isola Palmaria risale al 2015 !!!
Domenica 02 Aprile 2017

Ultimo post dal Forum

  • 26/05/2017 18:15
    Video sulle Dolomiti bellunesi
    (Aaron)

  • Facebook

    QR Code Link


    www.amicidellamontagna.lucca.it



    In questa pagina potete trovare le indicazioni inerenti le gite in programma, le eventuali date per la
    prenotazione, quando necessaria, una breve descrizione dei percorsi e delle difficoltà,
    qualche consiglio per
    l'abbigliamento, l'attrezzatura e ........le vettovaglie!

    AVVISI in Verde = Escursioni da effettuare

    AVVISI in Rosso = Escursioni già effettuate



    > AVVISO N° 29/2017 -Monte Prana da Lucese. (10 Dic. 2017) rimandata in data da destinarsi

     

    10 Dicembre 2017 - ore 08:00

    Partenza ore 8,00 dal solito parcheggio Conad direzione Passo Lucese m 558 da dove inizia l'escursione.
    Passo Lucese si raggiunge dal paese di Gombitelli, famoso per i suoi salumi, e successivamente per una strada piuttosto stretta si raggiunge il valico dove parcheggeremo le auto vicino ad una trattoria.
    La salita ha inizio proprio dietro la trattoria per  il sentiero 101 inizialmente  su strada asfaltata che diventa poi sterrata fino ad raggiungere  una casa bianca  mt 775 per poi inoltrarci nel sentiero vero e proprio per raggiungere la località Mirabello mt 869 e successivamente, per il
    sentiero 104 che porta in vetta al Prana mt 1221. Il Prana è  la vetta apuana più meridionale e non avendo nessun ostacolo di fronte è un balcone panoramico di prim'ordine con bellissima vista ,tempo permettendo, dalla parte del mare fino alla Corsica  a nord fino alle Alpi,  Appennino , piana di Lucca e naturalmente  tutte le Apuane!
    Per il ritorno è possibile fare alcune varianti che decideremo al momento in base  al tempo.(siamo a Dicembre  e le giornate sono corte).
    E' possibile al mattino prenotare un pranzetto con poca spesa alla trattoria dove ha inizio  l'escursione : magari una polentina con cinghiale o altro!

    dati tecnici :
    dislivello  in salita e discesa m 600  circa
    Tempi ore 2/30 per salita  2 per discesa
    percorso abbastanza facile ma siamo sempre in montagna.


    Capo gita Marco Grassi
    cell 3290624411


    > AVVISO N° 28/2017 -Macchia delle Magona, Bibbona. (26 Novembre 2017)

     

    26 Novembre 2017 - ore 07:30 

    La Macchia della Magona è una foresta di circa 1635 ettari e fa parte del Demaniale Regionale della Toscana; si trova nella parte orientale del Comune di Bibbona (LI) che ne cura la gestione.
    E’ il polmone verde della Toscana ed il suo legname  è stato ampiamente usato come legna da ardere per l’industria siderurgica Reale Magona di Cecina.
    Oggi è un bene demaniale; la vegetazione è prevalentemente quella della macchia mediterranea alta con Lecci, Corbezzoli (veri alberi piuttosto che arbusti), Carpino , Erica, ecc.
    La Fauna è presente in abbondanza ed in particolare vi si trova: il Cinghiale, il Capriolo, il Daino, la Lepre , l’Istrice, la Volpe, il Tasso, la Martora, lo Scoiattolo ecc..
    La foresta si estende su colline dolci, con livelli che variano fra poche decine di metri (slm) ad oltre 500 metri, nel punto più alto (non previsto nel ns. itinerario).
    La nostra escursione prevede di attraversare una buona parte della Macchia della Magona per la Strada forestale usata nell’antichità per il trasporto del legname.
    Il ns. percorso parte nei pressi della Casa Forestale in località Botro Grande (m.111).
    Imboccheremo il sentiero n. 5 in direzione del Passo del Terminino (m. 280 circa) che raggiungeremo in circa 2 ore.
    Successivamente percorreremo i sentieri 10 e  12 per salire rispettivamente fino al Poggio al fango e in direzione di Campo di Bibbona.
    Incroceremo e seguiremo il sentiero 13 che ci condurrà alla località la Casetta (m.164) (punto di ristoro e di grigliate miste per gli abitanti della zona!)
    Quindi per sentiero 9 chiuderemo l’anello del ns. trekking tornando alla Casa Forestale al punto di partenza.

    Difficoltà: Facile con una avvertenza: la strada forestale è molto acciottolata, quindi è importante avere scarpe con buona suola!
    Lunghezza del percorso circa km. 13
    Durata: circa 6 ore e 30 minuti.
    Partenza: ore 7.30

    Questo è il percorso previsto a tavolino, ma in considerazione che siamo alla fine di novembre e che le giornate oltre che corte possono essere anche piovose, al momento della partenza si vedrà il da farsi. Sono possibili diverse varianti molto più corte ed anche passeggiate su strade sterrate in buono stato o addirittura asfaltate.  

    Trasferimento: mezzi propri.
    In considerazione che sono circa 190 km. fra  andata e ritorno, che occorrono circa 20 €uro di autostrada è importante fare macchine complete di 4 persone. Il costo per ciascun trasportato è di €. 10 che darà al conducente dell’auto.

    Capogita: Matteucci Carlo Cell.338 5815515


    > AVVISO N° 27/2017 - Cena Sociale 2017 (Sabato 16 Dicembre 2017)

    Sabato 16 Dicembre 2017 - Ore 20:00

    Cena sociale " Amici della Montagna  "


     Menù

    Antipasto toscano:


    ( Salumi misti, crostini misti, pappa al pomodoro, pecorino e sott’ oli contadini)

    Primi piatti :

    Risotto funghi
    Ravioli di castagna al ragù al ragù di cinta senese.



    Secondo:


    Tagliata di manzo alla Roberspierre.

    Fagioli all’ olio - Verdure e Patate al forno

    Dessert:


    Mille Foglie Chantilly e Gocce di Cioccolato.


    Vino, Acqua, Caffè, Spumante.

    Prezzo: 30 Euro/cad. in caso di presenza di ragazzi al di sotto di 10 anni il prezzo è dimezzato.

    Al momento della prenotazione comunicare se VEGETARIANI o con problemi d'INTOLLERANZE
    IL RISTORANTE è IN GRADO DI SODDISFARE OGNI ESIGENZA.

    PER MAGGIORI INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI CONTATTARE:

    Gambini Antonella al 347 3077630 oppure Di Vito Annamaria (Cell. 339 7229894) dopo le ore 19,00

    NB: le prenotazioni dovranno pervenire entro il 13 Dicembre 2017

    Laughing Fattoria Il Poggio
    Via San Piero, 39 – 55015 Montecarlo (Lucca) Italy
    Email: info@

    Clicca sulla mappa per le indicazioni stradali



    > AVVISO N° 26/2017 -Sentieri del Moro, Sillico. (12 Novembre 2017)

     

    12 Novembre 2017 - ore 07:30  

    Ritrovo alle 7.30 al parcheggio dietro la Conad di Sant’Anna. Dopo aver organizzato le macchine ci dirigeremo verso Pieve Fosciana, superato il paese, una strada, con svolta a destra ci condurrà a Sillico, 700 metri sul livello del mare, antico paese nel medioevo dedito alla pastorizia ed al banditismo, il nome dei sentieri che percorreremmo deriva dal quello di un brigante locale ("il Moro")

    L’escursione, all’ inizio si svolgerà lungo il Sentiero 3, dei Metati, con una prima parte’ in discesa e la seconda un po’ in salita tra antichi castagneti, dove potremo vedere i vecchi Metati, ancora in attività della zona, un percorso di circa 5 chilometri, privo di difficoltà tecniche apprezzabili, della durata di circa 1h e 30′, una volta ritornati sopra il paese di Sillico, la seconda parte della nostra escursione si svolgerà lungo il Sentiero 4,  dell'Eremo, un percorso di circa 6 chilometri, della durata di circa 2h e 30′ , con alcuni tratti impegnativo e adatto ad escursionisti preparati, che ci porterà all’Eremo di Capraia e gli affioramenti rocciosi della Grotta delle Penne e quindi per un bel bosco di castagni rientreremo a Sillico.

    Percorso di circa 11 Km che potremo percorrere in  4 h e 30, più le soste, con un dislivello in salita di + 300 e in discesa di – 300. Si raccomanda di avere con sé acqua e cibo per il pranzo e abbigliamento idoneo alla stagione, incluse calzature da montagna e il necessario in caso di eventuale pioggia.

    Capogita: Deri Del Barba Cell.338 8250691

    Mappa

    Clicca per ingrandire


    > AVVISO N° 25/2017 - Arni - M.te Fiocca - Passo Sella - Arni  (15 Ottobre 2017) 

     

    15 Ottobre 2017 - ore 07:30  - Arni - M.te Fiocca - Passo Sella - Arni.  

    Lasciate le macchine ad Arni,  quota mt 900,  si inizia subito a salire per il sentiero144  che si fa presto panoramico sul paese di Arni e sul gruppo delle panie. Sempre salendo attraversiamo il bosco del Fatonero ( colore
    verde scuro delle piante sul fianco del monte) per arrivare attraverso lastroni di marmo (paesaggio lunare) al passo Fiocca  mt 1550. Sono passate circa tre ore di salita , sosta per rifocillarci ( decideremo al momento la sosta per il pranzo).  Dal passo Fiocca, passando sul  fianco del fiocca,  il sentiero  ci  fà  scendere un pò di quota per risalire ai verdi prati del passo Sella mt 1500. Resta la discesa ad Arni per incontrare diverse  cave  sulla via marmifera . Partenza da Lucca ore 7,30, sempre dietro il   supermercato .

    Dislivello: mt.700 in salita mt.700 in discesa.
    Pranzo al sacco .
    Scorta di acqua.
    Tempo totale: 6.00/6.30.
    Percorso abbastanza lungo  e  faticoso adatto a buoni camminatori.

    Capogita   Renzo Lazzarini   tel 0583/379357 - 329 9784116 .
    Per problemi di famiglia se fossi impossibilitato sarò sostituito da Matteucci Carlo tel 338-5815515.
    Un saluto  e buona camminata.


    > AVVISO N° 24/2017 - Weekend in Franciacorta (28 - 29 Ottobre 2017)

     

    28 - 29 Ottobre 2017 - ore 06:15    -  Weekend in Franciacorta, tra vino, natura e cultura

    SABATO 28 OTTOBRE
    Raduno ore 6:15 presso il parcheggio del supermercato CONAD in Via Einaudi a Sant’Anna (Lucca).
    Partenza in pullman alle ore 6:30.
    La nostra prima destinazione è La Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino, dichiarata “zona umida di importanza internazionale” e considerata un’area prioritaria per la biodiversità nella Pianura Padana lombarda. Ciò si deve alla varietà di habitat e di specie, acquatico-palustri, pregiate o di interesse comunitario presenti nel territorio, rare o a rischio di estinzione in Lombardia e in Italia.
    Dopo un facile percorso di circa 2 ore, e consumato il pranzo* (vedi nota), ci spostiamo a Sulzano in pullman, dove ci aspetta la guida locale.
    Alle ore 14:00 ci imbarchiamo per andare alla scoperta di Monte Isola nel lago d’Iseo, l’isola lacustre più grande d’Europa. L’isola è conosciuta per la produzione di reti da pesca e della barca del pescatore chiamata naet. Dopo la visita del centro storico di Peschiera Maraglio, la passeggiata prosegue con la visita al santuario della Madonna della Ceriola situato a 600 mt sulla sommità dell'isola, con circa 1ora e mezzo di salita.
    Verso le 18:30, al termine dell’escursione e riguadagnata la terraferma, raggiungiamo l’Hotel a Lovere.
    Sistemazione in camera, quindi Cena con Menù degustazione -4 portate- a base di pesce di lago (in alternativa è possibile avere il menù di terra, opzione da comunicare al Capo gita all’iscrizione).
    DOMENICA 29 OTTOBRE
    Dopo la colazione ed il Check out raggiungiamo in pullman la Riserva naturale delle piramidi di Zone.
    L’escursione di circa 2 ore ci farà scoprire uno degli spettacoli naturali più singolari del territorio: le
    Piramidi di sabbia.
    La Riserva, istituita nel 1984, prende il nome dalla particolare forma che il deposito morenico di sabbia, massi e ciottoli ha acquisito nel corso dei secoli, trasformandosi in lingue di roccia alte fino a 30 metri, con massi di grandi dimensioni adagiati sulla loro sommità, a fungere da scudi protettivi.
    La giornata prosegue quindi con la visita del centro storico di Iseo, il castello della nobile famiglia
    Oldofredi, la chiesa romanica di S.Andrea, l'Arsenale veneto e piazza Garibaldi, con la prima statua
    d'Italia dedicata al generale.
    Dopo la pausa con tempo libero per consumare il pranzo (sacchetto ritirato in Hotel la mattina alla
    partenza), attraverseremo in pullman il territorio della Franciacorta, nota località vitivinicola ricca di
    palazzi della nobiltà bresciana, il castello di Passirano e Bornato.

    Faremo quindi un trekking tra i vigneti al termine del quale visiteremo una cantina dove ci sarà modo di degustare il noto vino spumante.
    Al termine della degustazione partenza in pullman con arrivo a Lucca in serata.

    =============================================================

    COSTO: 180€ a persona in camera doppia, 25€ supplemento singola

    La quota comprende: Viaggio A/R in pullman granturismo, 1 pernottamento con colazione in Hotel 4*, cena con menù degustazione di pesce di lago (in alternativa menù di terra da richiedere al momento della iscrizione) da 4 portate, pranzo al sacco la domenica, degustazione di vini presso una cantina del circuito “Franciacorta”, trasferimenti via terra e lago, visite previste nel programma accompagnate da guida locale.
    ( ° )Il pranzo del sabato non è incluso, su richiesta si può prenotare uno spuntino tipico al costo di 15€.
    CAPARRA: 100€ da versare entro il 12 ottobre 2017
    Informazioni e prenotazioni: Francesco Scarpellini 338 834 4614 e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
    La partecipazione alle gite è riservata ai soci. Il costo della tessera annuale è di 15 Euro.
    La tessera può essere sottoscritta anche il giorno stesso della partenza.


    > AVVISO N° 23/2017 Piglionico - Rifugio Rossi... (17 Settembre 2017)

     

    17 Settembre 2017 - ore 07:30 - Piglionico - Rifugio Rossi - Pania della Croce- Foce di Mosceta -  Rifugio del Freo - Piglionico

    Ritrovo dei partecipanti alle  7,30 presso il parcheggio retrostante Conad di Sant 'Anna.
    Si sale al Piglionico da Gallicano, parcheggiate le auto in prossimità della cappella dedicata ai partigiani caduti sul monte Rovaio, si imbocca il sentiero n 7 che sale al Rifugio Rossi  (m 1609).Dopo una breve sosta per recuperare energie , si riparte in direzione della foce del Puntone (m 1611)  per poi risalire il sentiero 126 nel selvaggio e suggestivo vallone dell'Inferno ed arrivare alla vetta della Pania della Croce (m 1858) Sosta  pranzo e ritornati indietro per il sentiero di cresta si prosegue  il sentiero 126 per la impegnativa discesa fino alla foce di Mosceta (m 1170)  e raggiungere in poche minuti il Rifugio del Freo del CAI di Viareggio (m 1180). Dopo una breve sosta  prenderemo il sentiero 9 che scende fino ad inoltrarsi in una faggeta. Dopo aver superato un piccolo ricovero in pietra, imbocchiamo il sentiero 127 che con un lungo ed ombroso percorso si ricongiunge al sentiero 7 poco prima di ritornare al parcheggio di partenza.

    Dati tecnici: difficolta EE per il sentiero 126 (discesa al foce di Mosceta)  restante tratto E .
    tempi di percorrenza  ore 6 senza le soste .
    quota partenza m 1127.
    quota vetta  m 1858.
    Dislivello complessivo m 950 salita e altrettanti  in discesa
    Importante scarponcini da trekking !

    Capo gita Gregori Luigi cell  3459806348


    > AVVISO N° 22/2017 Appennino Reggiano - Monte la Nuda (3 Settembre 2017)

     

    3 Settembre 2017 - ore 07:30 - Appennino Reggiano - Monte la Nuda m 1885

    Contrariamente a quanto segnato sul calendario  cartaceo la gita verrà effettuata con mezzi propri.
    Ore 7:30 appuntamento al solito parcheggio Conad dove formeremo le macchine per dirigersi al Passo di  Pradarena (m 1575) località di inizio dell'escursione.
    Dal  passo si prende il sentiero 00 che seguiremo per tutto l'itinerario.
    Il sentiero (uno stradello) inizialmente in discesa fino al Passo di Cavorsella (m1511 ) da quel punto in decisa salita aggiriamo la sinistra del Monte Ischia (m 1727) e il monte Scalocchi (m 1726).
    Il panorama sul versante toscano è dominato ad Ovest dalle profonde valli del fiume Serchio di Sillano, a nord dalla valle di Belfiore sul cui fondo scorre il torrente Riarbero.
    Il sentiero prosegue  mantenendosi in quota, in direzione  della cima Belfiore (m 1810) che si aggira sulla destra per il Monte la Nuda.
    Il ritorno stesso sentiero. Varianti da decidere  al momento.

    Dati tecnici :
    Sentiero  classificato E , semplice ma mai banale, in alcuni punti è piuttosto stretto e merita attenzione per le insidie nascoste dalla prateria di mirtillo!
    Lunghezza A/R Km 14,5
    Dislivello salita  + 670
    Dislivello discesa - 670
    Tempo 5/6 ore
    Pranzo al sacco sulla vetta della Nuda

    Capo gita: Lucchesi Giuseppe - cell 3338271134


    > AVVISO N° 21/2017 - Isola di Pianosa (20 Agosto 2017)

     

    20 Agosto 2017 - ore 06:00 - ISOLA DI PIANOSA

    Partenza ore 6:00 dal Piazzale retrostante la "Conad" (S.Anna, Lucca) per arrivare a Piombino intorno alle 8:00 per poter prendere la motonave per l’isola di Pianosa.
    La durata del tragitto sarà di circa 2,5 ore e arriveremo sull’isola alle ore 11:00 circa.
    Da qui avremo diverse opzione per poter apprezzare l’isola stessa:

    1. Percorso 2 Belvedere (itineario: paese – muro Dalla Chiesa – costa est – cala dell’Alga – Belvedere – Paese) di durata di circa 2 h – tale escursione viene effettuato a piedi - PREZZO 75,00 euro

    2. Chi vuole può godersi tutta la giornata al mare alla Cala Giovanna – PREZZO 65,00

    3. Chi vuole fare l’escursione in kayack – da prenotare direttamente sulla motonave - PREZZO 65,00 + il prezzo dell’escursione.

    Per motivi logistici, vale a dire per chi interessa una delle suddette escursioni si chiede la prenotazione velocemente (con la specifica di cosa si intende fare per motivi organizzativi) specificando il tipo di percorso che si vuole effettuare una volta arrivati sull’isola.

    La quota di partecipazione comprende:
    Trasferimento in pullman da Lucca a Piombino.
    Tassa di accesso sull’isola.
    Motonave andata e ritorno da Piombino all’isola di Pianosa.

    Per prenotazioni e iscrizioni:
    Di Vito Annamaria
    Cell. 339/7229894 (ore pasti)
    e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


    > AVVISO N° 20/2017 - Sentiero Airone 2 - Parco dell' orecchiella (30 Luglio 2017)

     

    30 Luglio - ore 07:30 - SENTIERO 2 AIRONE, PARCO DELL'ORECCHIELLA

    Ritrovo dei partecipanti  alle ore 7:30 alla "Conad" di Sant’Anna – Lucca.

    Una volta completate le macchine raggiungeremo il Parco dell’Orecchiella, dove inizieremo il nostro percorso.
    Si parte dal piazzale del Centro Visitatori dell'Orecchiella e attraversando sia la strada sottostante che il prato arriviamo all'imbocco del sentiero, dove si trova il palo per i sentieri Airone2 e Airone3. Al palo Ai2/Ai3 prendere a sinistra e poi al bivio andare per Ai2.
    Dopo un tratto nel bosco con molti abeti caduti o tagliati, si passa per un’ampia zona pianeggiante per poi attraversare la strada ed iniziare a dirigersi verso il Fiume Rimonio.
    In breve si sentiranno le sue acque ed una discesa conduce al greto, che si dovrà guadare.
    Ora inizia la parte più spettacolare, dove occorrerà continuamente guadare il fiume perche il sentiero corre alternativamente su entrambe le sponde.
    Quando inizia a salire verso la strada (che, comunque, non si utilizzerà) si passa presso una caratteristica spaccatura nella roccia, dalla quale esce aria molto fredda (probabile grotta con fiume sotterraneo) per poi riaffrontare il guado del Rimonio con il Rio a Corte .
    Costeggiando la base delle alte pareti della Ripa si prosegue per il sentiero Ai2 che si immerge nella fitta vegetazione che rasenta il fiume.
    Dopo aver passato un arco ed una conduttura dell’acqua si affronterà un guado un po’ impegnativo, per via dei sassi scivolosi e per l’acqua che li ricopre.
    Sempre nel bosco si oltrepassa il bivio (cartello in legno) con il paese di Villa Soraggio e poco dopo si inizia a salire, anche in modo impegnativo e faticoso, verso la sommità della Ripa.(La Ripa è solo 1300 m slm ma da lassù si gode un panorama bellissimo) Un palo che indica 1.30 ore al Centro visitatori ci da la direzione da seguire (S); un bivio a sinistra della sterrata sommitale permetterà di rientrare il percorso nel bosco, che si seguirà piacevolmente fino ad un altro palo indicatore (0.20 ore al Centro) ed in breve si raggiungerà al bivio già incontrato all’andata, concludendo cosi l’anello.


    NOTE:
    Tutto il percorso è segnalato dal caratteristico segnavia a trifoglio dai colori Giallo-Blu di Airone.
    Km. 10 - Dislivello 510 S/D - Tempo medio impiegato 4,30/5 ore + soste. Impegno fisico: medio
    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua, capi sportivi e scarporcini da trekking, asciugamano.

    Capo gita: Fabio Marlia (Cell. 340 7796378)

    Mappa percorso

    Clicca per ingrandire


    > AVVISO N° 19/2017 - Weekend al Lago Santo modenese (5 / 6 agosto 2017) 

     

    5 / 6 agosto 2017 - ore 7,30 -  Weekend al Lago Santo modenese.

    Premessa:

    Ritrovo al parcheggio della Pam ore 7:20
    Partenza ore 7:30 verso la Vetricia nel comune di Barga da dove partirà il nostro trekking di due giorni.

    Primo giorno.
    Dalla Vetrica (mt.1321 s.l.m.)  prenderemo il sentiero n.20 verso la Porticciola circa mt. 1600.
    Qui i partecipanti avranno due possibilità.
    1) proseguire con sentiero n 529 verso il Lago Santo
    2) prendere il sentiero n.00  verso la cima del monte Giovo mt.1991.
    Dopo aver ammirato il paesaggio scenderemo al Lago Santo prendendo il sentiero n.525 e pernotteremo al Rifugio Vittoria.

    Secondo giorno
    Si rientrerà alla Vetricia partendo dal Lago santo con sentiero n.523 fino al Passetto – in questo tratto passeremo vicino al Lago Baccio (lago di origine glaciale). Al Passetto lasceremo il sentiero n.532 per immettersi sul sentiero n.18 che da sul versante garfagnino (Valle del Serchio) e potremo ammirare la Alpi Apuane, fino all’innesto del sentiero n.38. Dopo circa  2/3 ore di cammino saremo alla Vetricia.

    Costo della gita: € 65,00 –  la quota comprende cena, pernottamento, colazione e cestino pranzo.

    Partecipanti: massimo n.16
    perché il Rifugio Vittoria ha concesso solo questa disponibilità.

    Per prenotazioni telefonare al capogita: Giovanni Paladini dalle ore 20 alle 22. cell. 328 75 49 773 o Luigi Gregori cell: 345 98 06 348.


    > AVVISO N° 18/2017 - Parco dell'Uccellina e dintorni (30 Settembre / 1 Ottobre 2017) 

     

    30 Settembre / 1 Ottobre 2017 - ore 7,00 -  Parco dell'Uccellina e dintorni.

    Premessa:

    Gita in Maremma
    30 Settembre 1° Ottobre 2017

    30 Settembre
    Ore 07:00 partenza dal parcheggio CONAD S. Anna
    Arrivo ad Alberese ed incontro con la guida.
    Il percorso A2 Le Torri,  permette di vedere quasi tutti gli ambienti del Parco. La prima parte alterna tratti di fitto bosco a punti panoramici fino ad arrivare ad una delle torri costiere. Si attraversa la Pineta e si raggiunge il mare ed il sistema dunale ancora integro. Pausa pranzo in spiaggia e bagno per chi vuole. (portare pranzo al sacco, non ci sono aree attrezzate!)
    A fine gita si raggiunge in autobus l'htl in centro di Grosseto, pausa relax e cena in ristorante

    1 Ottobre
    Ore 07:30 partenza dall'hotel per Sovana antico borgo medioevale, arrivo a Pitigliano,  attraverso la via Cava di S. Giuseppe antica strada di epoca etrusca scavata nel tufo. Pranzo al sacco . Visita al paese. 16.30/17.00 partenza verso Lucca, arrivo previsto verso le 20:30/21.00.

    Prezzo gita per persona: 150 Euro.

    La quota include viaggio in autobus gran turismo, servizio di guida per i due giorni, biglietto di ingresso al Parco, sistemazione in hotel 4 stelle con pernottamento e prima colazione incl.,  1 cena con bevande incluse, pranzo al sacco della domenica
    Supplemento camera singola: 25 euro. Gli interessati sono pregati di dare una conferma per e-mail entro il 10  agosto per poter fissare l'albergo.

    Cose da portare: abbigliamento da trekking, scarpe comode da trekking, costume da bagno, asciugamano per la spiaggia/bagno, per intolleranze alimentari avvertire, al momento dell'iscrizione,  Paola.

    Capogita: Paola Delle Sedie, cell. 328 1597087
    Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


    > AVVISO N° 17/2017 - S. Pellegrino- Castelnuovo di Garfagnana (2 Luglio 2017)

     

    2 Luglio 2017 - ore 7,30 -  S.Pellegrino in Alpe - Valbona - Isola - Castiglione G. - Pieve Fosciana - Castelnuovo G.

    Premessa:

    il percorso di questa escursione presta attenzione alle antiche vie medioevali che dai vallici appenninici scendevano verso il fondovalle attraverso luoghi di interesse ambientale, architettonico ed artistico.
    E' un occasione per ripercorrere queste vie come "moderni pellegrini" Con uno spirito diverso dai viandanti di allora, ma con la stessa voglia di scoprire e conoscere.

    Partenza alle ore 7.30 dal parcheggio su retro della Conad in via Enaudi, S.Anna, Lucca.
    Arrivo in pulman a S.Pellegrino in Alpe(1525slm) alle 9.30, qui e' interessante visitare la chiesa dedicata a S.Pellegrino e S.Bianco dove giacciono "i corpi" dei santi racchiusi in un tempietto di marmo opera di Matteo Civitali.
    Si esce dal paese per trasferirci dopo pochi metri in un punto panoraramico che dà sulle Alpi Appuane evidenziato da una croce di faggio.
    A questo punto prendiamo il sentiero Cai 50 GT posto alla destra di suddetta croce iniziamo cosi una lunga discesa nel bosco per arrivare al piccolo borgo di Valbona(673slm) costruito su un vecchio mulino in epoca medioevale.
    Si prosegue attraverso una strada asfaltata per la localita di Isola che  fin dall'antichita' era costituita da piccoli casolari sparsi solo nei primi anni del novecento fu relizzata la chiesa dedicata a S.Barbara, dopo di che attraverso un sentiero boschivo si giunge a Castiglione G.(541slm) paese caratterizzato dal castello medioevale che conserva intatta la cinta muraria, qui abbiamo la possibilita' di fare la sosta pranzo.
    Appena usciti dal paese in loc.i Mulini si attaversa un caratteristico ponte di architettura medioevale.
    Il ponte varca il torrente Esorulo che abbiamo gia incrociato nel borgo di Valbona,il sentiero prosegue nel bosco per Pieve Fosciana(369slm). Antica pieve della Garfagnana con la vecchia chiesa Romanica di S.Giovanni Battista (sec.XIII) con all'interno due statue invetriate S.Maria e l'Arcangelo gabriele opera della bottega di Andrea della Robbia (1510) ed un originale fonte battesimale.
    Si attraversa la strada provinciale in direzione sinistra rispetto al centro storico della Pieve imboccando un sentiero che attaversa la proprieta dell'agriturismo "Pradaccio di Sopra" della Sig. Graziana che gentilmente ci fa vedere le proprie caratteristiche coltivazioni tipo il formenton 8 file.
    In fine si arriva al traguardo della nostra gita Castelnuovo Garfagnana.(277slm) vi si accede attraverso il  ponte di s.Lucia costruito da castruccio Castracani intorno al 1300, distrutto succesivamente dai tedeschi in tempo di guerra e successivamente ricostruito.

    Quota di partecipazione euro 15,00

    Distanza totale del percorso 20km con un disdivello totale di 1250mt. tempo di percorrenza 5 ore (senza soste) considerando pero'un percorso quasi tutto in discesa in ombra e confortato dai caratteristici Paesini Garfagnini abbastanza fattibile spero che il percorso sia di vostro gradimento vi aspeto numerosi arrivederci Marco


    Capo gita: Marco Mencarini 3200429152(ore pasti) per eventuali informazioni ed iscrizioni, per inscrizioni potete anche chiamare Annamaria Di Vito 3397229894(ore pasti)



    > AVVISO N° 16/2017 - Matanna - Rif. Rossi - Castelnuovo di Garfagnana (15/16 Luglio 2017)

    15/16 Luglio 2017 ore 7,30  

    Dall'abergo Alto Matanna a Castelnuovo 15-16 luglio 2017
    Partenza dal piazzale Conad di S.Anna alle ore 7,30 con autobus prenotato

    A piedi partiamo dall'abergo del Matanna per raggiungere il rifugio Rossi , lungo il crinale apuano passando per la foce delle Porchette, quella di Petrosciana, il monte Forato, la foce di Valli e la Costa Pulita, il passo degli Uomini della Neve.
    Pranzo al sacco lungo il percorso, cena, pernottamento e colazione al rifugio Rossi, compresi nella quota. In mattinata, visita alla Vetricia (condizioni meteo permettendo) e discesa, passando da Borra Canala, il Piglionico, l'Alpe di S.Antonio, Eglio e Sassi, fino a raggiungere Castelnuovo dove prenderemo l'autobus per tornare a Lucca.

    Pranzo al sacco fornito dal rifugio (€ 4,00 a panino, gusti vari).
    Equipaggiamento da escursionista: scarponcelli comodi, giacca a vento e pile, borraccia da almeno 1,5 lt (per tutto il tragitto del sabato non troveremo acqua) viveri secondo le proprie esigenze, ricambio completo e sacco letto per dormire

    Quota di partecipazione € 70,00 , più il pranzo di domenica.
    Per i soci Cai 10 euro di sconto sul pernottamento, se esibiscono la tessera al rifugio.

    Sono aperte le iscrizioni per massimo 18 persone, causa capienza autobus.
    Telefonare a: Annamaria Di Vito 339 7229894 o Giovanni Pensabene 347 2612343

    Capogita : Giovanni Pensabene 347 2612343


    > AVVISO N° 15/2017 - Trekking nelle baite di montagna delle Dolomiti (2-5 Settembre 2017)

    ANNULLATA.

    2/5 Settembre 2017-

    “Curona de Gherdëina” é un trekking unico nelle montagne Dolomitiche sull’affascinante corona attorno alla Val Gardena. Il percorso di 60 chilometri porta dal Parco Naturale Puez-Odle a nordest (Patrimonio Mondiale Unesco), verso sudest sull’altipiano del Sella fino al Gruppo del Sassolungo situato a sud della valle. Le Dolomiti si
    dimostrano particolarmente varie: in ogni tappa della camminata le “montagne pallide” sembrano adottare un altro aspetto. Tempo per rilassarsi e riposare ci sarà nei rifugi di montagna che offrono specialità locali e nei quali si possono vivere momenti indimenticabili durante l’alba e il tramonto del sole.



    TREKKING NELLE BAITE DI MONTAGNA - 4 giorni/3 notti
    Un’avventura indimenticabile a pieno contatto con la natura e alloggio nelle tipiche baite di montagna ad alta quota.
    Trekking in senso orario con partenza a Ortisei.
    Tempo di marcia Distanza Disl. salita Disl. discesa

    1.
    GIORNO
    Nel Parco Naturale Puez-Odle: dai pascoli del Resciesa per la ripida forcella Pana al Seceda
    e l’idillica Val di Cisles fino all’altipiano del Puez
    Punto di partenza: Ortisei, stazione a monte della funicolare Resciesa (2.093 m) > lungo
    i pascoli pianeggianti del Resciesa di Dentro sul sentiero n. 35 al Rifugio Brogles (2.119 m)
    - tempo di marcia: 1,5 ore
    Dal Rifugio Brogles per l’„Ëur de Bredles” alla ripida salita della forcella Pana (2.447 m) >
    sentiero n. 6 - tempo di marcia: 2 ore
    Attraversare i pascoli dell’alpe del Seceda dove si trovano varie baite gastronomiche > sentiero
    n. 1 al Rifugio Firenze > Proseguire per il sentiero n. 2B > „Forces de Siëles” (2.505 m)
    sentiero n. 2 e n. 2, 4 > Rifugio Puez (2.475 m) - Pernottamento

    6-7 ore 17,2 km 1.178 m 808 m

    2.
    GIORNO
    Dall’altipiano del Puez al Piz Boè, la vetta più alta del Gruppo del Sella
    Lungo l’Alta Via delle Dolomiti n. 2 > forcella Ciampei, lago Crespëina, forcella Crespëina e
    Passo Cir verso il Passo Gardena - tempo di marcia: 3 ore
    Dal Passo Gardena per il sentiero n. 666 al Rifugio Pisciadù (2.585 m) - tempo di marcia: 1,5 ore
    Lungo l’Alta Via delle Dolomiti n. 2 sull’Altipiano del Sella > all’Antersas > percorrere il
    sentiero n. 666 fino al Rifugio Boè (2.871 m) - Pernottamento

    7-8 ore 14,1 km 1.531 m 879 m

    3.
    GIORNO
    Dal Sella, il massiccio dei Ladini, alla forcella del Sassolungo
    Dal Rifugio Boè per l’Alta Via delle Dolomiti n. 9 > lungo la Val Lasties > al Passo Sella
    (2.244 m) - tempo di marcia: 4 ore
    Dal Passo Sella si va alla la Forcella del Sassolungo (2.253 m) sul sentiero n. 525 arrivando al
    Rifugio Toni Demetz oppure al Rifugio Vicenza - pernottamento

    5,5-6,5 ore 12,3 km 690 m 1.237 m

    4.
    GIORNO
    Dal meraviglioso Gruppo del Sassolungo all’Alpe di Siusi, l’ altipiano più grande d‘Europa
    Partendo dal Rifugio Vicenza oppure Toni Demetz percorrere sul sentiero n. 525 > proseguire
    sull’Alta Via dei Ladini n. 527 fino al Rifugio Sasso Piatto (2.297 m) - tempo di marcia: 2 ore
    Lungo il sentiero n. 9 alla Baita Zallinger (2.037 m) > ed alla Baita Tirler (1.741 m) - tempo
    di marcia: 1,5 ore
    Proseguendo sul sentiero n. 9 fino al Saltria > attraversamento dell’altipiano dell’Alpe di
    Siusi (sentiero n. 9) > albergo Sole e alla stazione a monte della cabinovia Alpe di Siusi
    (2.005 m). Discesa con la cabinovia fino a Ortisei.

    5-6 ore 15 km 763 m 1.012 m

    L’offerta trekking comprenderà pernottamenti in mezza pensione nei rifugi e nelle baite di montagna.

    A secondo della disponibilità potrebbe esserci qualche variazione del giro previsto.

    Capogita : Gregori Luigi  345 9806348


    > AVVISO N° 14/2017 - Valle della Scesta (21 Maggio 2017)

    21 Maggio 2017 - ore 7:30 -

    Gita nella Valle della Scesta
    Partenza ore 7.30
    La gita che faremo è un trekking diverso da come l’avevo pensato in origine in considerazione dell’eccessivo dislivello (per una gita sociale) e dell’impossibilità di chiudere l’anello. Ecco allora che ho virato su una variante con meno dislivello ma penso altrettanto bella.
    Partiremo dal paese di  Palleggio e chiuderemo il giro a Limano. Le autovetture le porteremo la mattina a Limano in modo che il pomeriggio all’arrivo saremo pronti per il rientro a casa.
    Il dislivello da percorrere è di 700 metri in salita e 500 metri in discesa.
    La gita partirà dall’ “Oratorio Pian di Scalchi” ma non ci immetteremo subito nel sentiero Cai 10 in quanto ci condurrebbe al paese di Cocciglia, ma prenderemo una strada sterrata che ci condurrà fino alla presa acqua della Scesta da parte dell’Enel. Attraverseremo il torrente passando sopra il condotto della presa ed andremo ad incrociare il sentiero 10 che proviene da Cocciglia e che seguiremo fino alla Capanna di Siviglioli, dopodiché ci immetteremo sul sentiero Cai 10b che ci condurrà a Limano.
    Nel primo tratto del percorso, dopo la presa Enel, il sentiero si terrà basso seguendo il percorso del torrente Scesta fino al suo nuovo attraversamento. Si noterà l’asprezza del posto talmente duro che anche i nostri predecessori non ci hanno potuto trarre nulla per il proprio sostentamento eccetto un po’ di legna per riscaldarsi. Dopo il secondo attraversamento del torrente il terreno diventa meno aspro e più adatto alla sua coltivazione: Qui fin da tempi remoti il terreno è stato coltivato a castagno. Più saliremo di quota(!) più ammireremo bellissimi castagni “ultracentenari”, piante che necessitano di tre persone per essere abbracciati.
    Questo tratto che si snoda su strada sterrata è il più faticoso ma forse anche il più bello; da sinistra spuntano i monti “Prato Fiorito e Coronato”, di fronte il Monte Mosca (sic!) e a destra e di fronte le sommità dell’Appennino con vista sulla “Foce di Campolino”.
    Alla Capanna di Siviglioli il ben noto “Celestino” se lo vorremo, ci servirà uno spuntino con formaggi e salumi di sua produzione annaffiati con buon vino.
    Dalla Capanna di Siviglioli prenderemo il sentiero Cai 10b che ci condurrà prima alle sorgenti dello Scesta e poi “sempre immersi in castagneti secolari” alla foce del Monte di Limano per proseguire per il paese di Limano.
    Durante la discesa su Limano ci apparirà sua maestà “Balzo Nero” con la sua famosa cima e la “Forcella della Fessa” (che spero di fare questa estate ndr.).
    Da notare che sul percorso di rientro a Limano potremo vedere anche dei “fossili”; Io almeno ne ho notato uno durante la ricognizione.
    IMPORTANTE: Attraverseremo tre volte il torrente; la prima e la terza lo possiamo fare a piedi asciutti; la seconda dovremo toglierci scarpe, calzini e anche pantaloni ed entrare in acqua. Quindi sotto i pantaloni sarebbe bene indossare fin dalla partenza un paio di pantaloni corti. E’ sconsigliato fare il percorso tutto in pantaloni corti in quanto nel primo tratto il sentiero non è proprio bello; Ci sono pruni e rovi  a destra e a manca!
    Tempi di percorrenza: 3ore e mezzo/quattro per salire alla Capanna di Siviglioli (se non perdiamo troppo tempo nell’attraversamento dello Scesta); 3 ore e mezzo per rientrare a Limano.
    Buona gita a tutti!

    Pranzo al sacco.

    Abb. da escusionismo, si consiglia le calzature alte da trekking .


    Capogita : Carlo Matteucci 338 5815515


    > AVVISO N° 13/2017 - Tre giorni nel Parco Naturale delle foreste Casentinesi (02 / 04 Giugno 2017)

    02 - 04 Giugno 2017 - ore 6:30 - Tre giorni nel Parco Naturale delle foresteCasentinesi.

    SOGGIORNO PRESSO LA FORESTERIA DEL MONASTERO DI CAMALDOLI
    ESCURSIONI SU I SENTIERI DELLE FORESTE SACRE.
    “I boschi furono i primi templi dell’umanità. Nell’ombra claustrale delle foreste gli uomini antichi veneravano il mistero della vita e della morte nell’allegoria della rinascita vegetativa molto prima che le religioni monoteiste trovassero nel deserto il luogo privilegiato della rivelazione divina.
    In ambito cristiano, l’eterno legame fra ricerca spirituale e foreste trova nelle montagne dell’Appennino toscoromagnolo una delle sue espressioni più alte e compiute.
    Il folto di questi boschi che per vastità e bellezza non hanno eguali in Italia ha infatti accolto da più di mille anni comunità di monaci vissute in strettissimo rapporto con l’ambiente circostante, da cui ricavavano prezioso legname ma dove trovavano anche le condizioni necessarie alla contemplazione, al raccoglimento interiore e alla preghiera.”

    PROGRAMMA :


    VENERDI 2 GIUGNO 2017


    PARTENZA ALLE ORE 6,30 DAL PARCHEGGIO SUL RETRO DEL SUPERMERCATO
    CONAD DI VIA ENAUDI A S.ANNA, LUCCA.
    PRIMA ESCURSIONE :
    •Partenza: Passo della Calla ( 1295 m )circa
    •Arrivo: Camaldoli (815 m)
    •Tempo di percorrenza: circa 5 ore con le soste
    •Dislivello: in salita irrilevante - in discesa 672 m
    Dal valico si prende la comoda pista forestale che corre nei pressi del crinale fra le riserve integrali di Sassofratino e della Pietra, in uno scenario forestale incantato.
    Il bosco è una distesa compatta e continua, da cui si esce soltanto nell'isola erbosa, e molto panoramica, della cima di Poggio Scali (1520 m).
    Dopo il Passo del Porcareccio si attraversano alcune radure acquitrinose prima di incontrate la più vasta apertura di Prato Bertone; qui si lascia la cresta per scendere attraverso gli altissimi abeti che accompagnano il cammino fino al muro perimetrale del Sacro Eremo, da dieci secoli straordinaria isola di raccoglimento e preghiera nella selvaggia vastità della foresta.
    Dall'Eremo si scende in direzione di Camaldoli lungo il sentiero che taglia i numerosi tornanti della strada.
    Dopo un laghetto che un tempo veniva usato come peschiera dai frati si incontrano le tre croci in legno che in passato segnavano il limite della clausura eremitica.
    Scendendo a fianco del Fosso di Camaldoli nell'umidità del bosco si incontrano un paio di cappelle in pietra e poco dopo si arriva all'omonimo monastero, casamadre dell'ordine fondato da San Romualdo nel 1024.
    I vasti edifici in pietra sono allungati attorno al nucleo principale che ospita la foresteria, la biblioteca e l'antica farmacia; una bella fontana col simbolo camaldolese delle colombe congiunte vigila l'ingresso.
    Sistemazione presso la foresteria del monastero.
    Cena e pernottamento.


    SABATO 3 GIUGNO


    •Partenza: Camaldoli (815 m)
    •Arrivo: Badia Prataglia (Il Carbonile) (970 m)
    •Tempo di percorrenza: 5 ore
    •Dislivello: in salita 920 m - in discesa 770 m
    Dal ponte sul Fosso di Camaldoli si sale subito nel bosco, che offre rare vedute del monastero, fino ad arrivare al rifugio Cotozzo, che può offrire un modesto riparo d'emergenza.
    Si continua a mezza costa fra faggi e abeti giganteschi, incontrando la Fontana della Duchessa e poco dopo la strada asfaltata fra il Sacro Eremo e il Passo Fangacci, che si segue in salita.
    In breve si raggiunge l'incantevole radura di Prato alla Penna e da lì il Passo dei Fangacci tagliando attraverso la faggeta.
    Si segue ancora la strada per poche centinaia di metri, quindi si riprende il sentiero di crinale che subito si biforca: a sinistra si va in meno di mezz'ora al M. Penna, deviazione consigliabile per la straordinaria veduta degli impervi valloni ammantati di foreste che convergono verso il lago di Ridracoli.
    L'Alta Via continua invece risalendo Poggio allo Spillo (1438 m) e, poco dopo, lascia il crinale al Passo della Crocina per scendere lungo lo scosceso Fosso del Puntone fino alla radura di Campo all'Agio.
    Da lì andando a sinistra si va direttamente al Rifugio Carbonile, lungo la strada per il Passo dei Mandrioli; in alternativa si può scendere direttamente a Badia Prataglia, dove l'antica chiesa abbaziale merita sicuramente una visita.


    DOMENICA 4 GIUGNO


    Sul tetto dell'Appennino dove gli alberi toccano il cielo
    Passo Calla - Burraia - M.Falco - M.Falterona - Sent.Lupo - Campigna
    •Partenza: Passo della Calla
    •Arrivo: Campigna
    •Tempo di percorrenza: circa 4 ore
    •Lunghezza: 14,5 km
    •Dislivello: 382 m
    Itinerario la cui logica, a prima vista quantomeno strana, è dovuta alla possibilità di raggiungere dal Monte Falco la vicina vetta del Falterona attraverso la cresta lineare che li collega.
    In questo caso, per non allungare di molto il percorso, si rinuncia a compiere un anello e si torna sui propri passi fino al Falco, dopodichè si scende nel versante romagnolo.
    La pendice nord di Monte Falco è uno scrigno di conservazione di piante rare o rarissime che qui sopravvivono per via delle non comuni condizioni morfologiche (stazioni rupestri solcate da cengette e da qualche impervio canalone) e di microclima freddo-umido d'alta quota.


    Quota di partecipazione euro 190 e comprende:
    Bus gran turismo a disposizione per i 3 giorni
    Trattamento di mezza pensione presso foresteria del monastero di Camaldoli e due sacchetti lunch.
    Non è compreso il sacchetto lunch del giorno di partenza.

    Per iscrizioni chiamare :
    Giulio Del Moro 328 9021679 o Annamaria Di Vito 339 7229894 (ore pasti)



    > AVVISO N° 12/2017 - Il Montalbano: tra antiche pievi e la villa medicea di Artimino (07 Maggio 2017)

    7 Maggio 2017 - ore 7:30 - Il Montalbano: tra antiche pievi e la villa medicea di Artimino

    Partenza: ore 7:30 dal parcheggio sul retro del supermercato Conad via L. Einaudi – S. Anna - Lucca, con auto proprie.

    Ritrovo: ore 8 - 8:10 all'uscita di Prato ovest autostrada A11, per proseguire insieme in direzione di Carmignano (PO), dove si lasciano le auto per cominciare il trekking.

    Itinerario:

    Ore 9:00-9:30, si parte dalla Chiesa di S. Michele e S. Francesco di Carmignano, dove prendiamo il sentiero CAI n. 1 che in pochi minuti ci porta alla Rocca di Carmignano (250 m slm), con belle vedute su vigneti e oliveti, nonché sull'intera piana compresa fra Firenze, Prato e Pistoia.
    Ci manteniamo su una stradina secondaria (sent. CAI n. 2), sempre panoramica, che dopo una discesa giunge alla Chiesa di S. Cristina a Mezzana.
    Proseguiamo per un breve tratto su strada e, dopo la frazione di S. Cristina a Mezzana, abbandoniamo il sentiero CAI per attraversare campi ed oliveti fino ad incrociare di nuovo il sent. CAI n. 1 (110 m slm), che prendiamo in direzione del Pod. Le Ginestre (230m slm), dal quale si gode di un bel panorama verso la piana di Firenze.
    La salita non è ancora finita: si prosegue verso la frazione di Verghereto e, dopo aver raggiunto in discesa il lago di pesca sportiva, il sentiero sale nel bosco fino ad
    arrivare in prossimità di un maneggio (loc. Casenuove, 390 m slm, punto più alto del percorso), dove incrociamo il sent. CAI n. 300 di crinale.
    Qui il panorama si apre verso Empoli, S. Miniato, ecc… Proseguiamo nel bosco, prima in falsopiano, poi in discesa fino ad arrivare alla Chiesa di S. Martino in Campo (218 m slm).
    Da qui il sent. CAI n. 300 segue la strada fino ad Artimino: dopo una breve discesa (fino a 160 m slm) siamo di nuovo in salita, ma - prima di arrivare ad Artimino con la sua Villa - non possiamo non ammirare la Pieve di S. Leonardo ad Artimino (225 m slm).
    Dopo pranzo/primo pomeriggio è prevista la visita (non guidata) al giardino della Villa Medicea “La Ferdinanda” o “Dei Cento Camini”, mentre non è possibile visitare gli interni della Villa perché impegnata per ricevimenti. Dopo aver visitato anche il borgo di Artimino (267 m slm), prendiamo un sentiero che scende nel bosco (fino a 65 m slm) per poi risalire verso l'agriturismo La Borriana (116 m slm), fino ad incrociare il sent. CAI n. 1 che ci permette di chiudere l'anello fino ad arrivare a Carmignano (195 m slm), passando da Pod. Campisalti (per viottolo), Citerna, agr. Il Sassolo (per strada secondaria). L'ultimo tratto per arrivare alla Chiesa di Carmignano e poi al parcheggio è su strada principale.
    Chi vorrà, prima della partenza, potrà ammirare il meraviglioso dipinto “La Visitazione” del Pontormo, custodito nella Chiesa di S. Michele e S. Francesco di Carmignano.

    Lunghezza percorso: 18,5 km, con diversi saliscendi.
    Durata: 6 ore di cammino (escluse le soste); pranzo al sacco.

    Capogita: Daniela

    Clicca qui per scaricare il file PDF contenente alcuni dettagli dei luoghi dell'escursione.



    > AVVISO N° 11/2017 - Escursione fuori programma per Pasquetta (17 Aprile 2017)

    17 Aprile 2017 - ore 9:20  - Escursione fuori programma per Pasquetta

    Itinerario: Nozzano Castello via ciclopedonale del fiume Serchio, torre segata, Casanova, Balbano, ex sanatorio, Nozzano Castello.

    Ritrovo alle 9:20 in piazza di Nozzano Castello. Inizio camminata ore 9.30.
    Dalla piazza principale di Nozzano ci dirigiamo verso la rocca castellana di Nozzano, antica roccaforte medioevale a controllo del territorio.
    Dopo una breve visita prendiamo in direzione del fiume Serchio e percorreremo la ciclo pedonale per circa due chilometri fino a raggiungere una cava dismessa e saliremo fino alla torre segata.
    Siamo al confine fra Lucca e Pisa terra di fervide battaglie.
    Continuiamo lungo uno stradello molto panoramico, lo sguardo spazia dalla piana pisana fino ai  monti pisani, la rocca di Ripafratta e le torri fino a che non si giunge ad un ampio pianoro sopra la zona di Radicata.
    Pranzo al sacco godendoci di una splendida vista verso il mare e le alpi Apuane.
    Dopo esserci rifocillati scendiamo verso Casanova e Balbano.
    Senza prendere la strada asfaltata imbocchiamo uno stradello a mezza costa fino al ex sanatorio.
    Ridiscendiamo e per strada poderale rientriamo a Nozzano.

    Difficoltà: medio bassa
    Dislivello: 400m (continui saliscendi)
    Ore cammino escluso soste: circa 5h
    Pranzo al sacco

    Gita adatta a tutti, anche ai bambini.
    Portarsi un abbondante scorta d’acqua, scarpe idonee, vestiario a cipolla e un ricambio.

    Capogita: Francesco Marchi



    > AVVISO N° 10/2017 - Biciclettata (18 Giugno 2017)

    18 Giugno 2017 - ore 8:30 Biciclettata .

    Programma: 18 giugno 2017 Biciclettata Tenuta San Rossore

    La Tenuta di San Rossore (4800 ha di superficie) è il più rilevante ambiente naturale all'interno del Parco.
    I suoi confini sono individuati a Nord dal Serchio, ad Est dalla città di Pisa, a Sud dall'Arno e ad Ovest dal Mar Ligure.
    La vegetazione spontanea si differenzia a seconda delle zone: nei "tomboli" si caratterizza come submediterranea con la leccetta-pineta, nelle "lame" come bosco meso-igrofilo di caducifoglie tipiche delle originarie foreste.
    Lungo tutta la linea di costa, tra le foci dei due fiumi, la Tenuta è delimitata verso il mare da alte dune.
    Tra gli animali facilmente osservabili vi sono il daino, il cinghiale ed un'elevata presenza di avifauna, soprattutto nel periodo di svernamento e durante le migrazioni primaverili.

    Dettagli Programma:

    - ritrovo ore 8:30 Piazzale Conad (S.Anna - Lucca) con auto proprie
    - arrivo ore 9:30 Centro Visitatori San Rossore
    - incontro con guida e consegna biciclette
    - ore 10:00 inizio “biciclettata”: la visita guidata si svolge tra i boschi e le pinete della Tenuta con arrivo fino al mare (15 km circa in tutto) a scopo panoramico (zona di riserva naturalistica visitabile solo con guida). Durata 3h.
    - ore 13:00 riconsegna biciclette al Centro Visitatori
    - pranzo al sacco
    - ore 15:00: inizio escursione a piedi tra i sentieri del parco. Durata 4h.
    - ore 19:00 rientro oppure (previa prenotazione) cena al Casale la Sterpaia, Ristorante con cucina tipica all’interno del Parco

    Costo guida e noleggio bicicletta: € 12,50 a persona, nel costo è compresa l'assistenza in caso di guasto del mezzo o foratura durante il percorso.
    Max partecipanti: 30 persone
    Capogita: Federico Meoni 335-7870860

    Prenotazioni (gita ed eventuale cena): Annamaria Di Vito 339-7229894 (chiamare ore pasti)

    Alla fine di questa dispendiosa giornata (caloricamente parlando) ci siamo meritati un po' di bisboccia e allora:
    - nel magnifico contesto del Casale La Sterpaia cena all'aperto organizzata appositamente per noi
    - antipasto toscano (crostini e affettati)
    - mega griglia cucinata "a vista"
    - contorni vari
    - dessert
    -ovviamente vino....abbondante
    - dolce
    - caffè
    - "ammazza suocera"
    - il tutto a 25 euro
    - per quelli che hanno alzato trppp il gomito.....ci sono anche le camere




    > AVVISO N° 9/2017 Terre di Siena (23 Aprile 2017)

    23 Aprile 2017 - ORE 7:30 - "Terre di Siena" - Paesi, torri, fiumi e fattorie

    Programma:

    Torri – Stigliano – Brenna – Fiume Merse – T.Ricausa – Castiglioni Balzetti (castiglioni che dio sol sa') - Spannocchia – Montarrenti.

    La gita proposta consente di conoscere un angolo del territorio senese poco noto e fuori dai normali flussi turistici.
    L'itinerario si svolge su stradelli, salvo il breve tratto che dalla collina di Stigliano scende a Brenna e da quella localita', lungo il fiume Merse ed il suo affluente Ricausa sino a Castiglioni Balzetti.

    Partenza alle ore 7:30 dal parcheggio su retro della Conad in via Enaudi S.Anna, Lucca.

    Dall' impianto sportivo di Rosiua, dopo pochi metri di strada asfaltata, si prende una sterrata che porta al vicino paese di Turci che nel medio evo era sede di un importante e potente monastero, di cui si puo' ammirare la sua mole, la sua chiesa , il chiostro romanico a cui dedicheremo una breve visita guidata.
    Da li' per una stradella si arriva al vicino paese di Stigliano, dominato da un castello.
    Si continua, sempre per stradello, e si sale su una collinetta chiamata impropriamente monte.
    Dalla sua cima l'itinerario attraversa una proprieta' privata (si prega di essere il piu' possibile rispettosi) e si discende per un sentiero al paese di Brenna.
    Da li' si entra nell'area protetta del bacino dell'alto Merse, fiume che e' il piu' grosso affluente del fiume Ombrone.
    L'itinerario per un tratto ne segue il suo corso per poi risalire un suo affluente , il torrente Ricausa.
    Dopo le rovine di un vecchio mulino si risale fino ad arrivare agli imponenti ruderi di castiglion Balzetti meglio conosciuto come Castiglion che dio sol sa'.
    Dopo una sosta per la visita e pranzo (al sacco) si continua per stradello fino alla sommita' della valle cola, dove, con una breve deviazione, si puo' ammirare una grande ed imponete fattoria; la fattoria di Spannocchia.
    Per una breve discesa si arriva nei pressi della torre Montarrenti dove ci aspetta il bus per il ritorno a Lucca.

    NOTE:

    Lunghezza complessiva 16/18 km.

    Dislivello 450/500 mt.

    Pranzo al sacco.

    Abb. da escusionismo, si consiglia le calzature alte da trekking per alcuni tratti fangosi.


    Per iscrizioni telefonare ad annamaria: 339 7229894 o carlo angelini: 334 1717939



    > AVVISO N° 8/2017 Riomaggiore - Portovenere (2 Aprile 2017)>>  Posticipata al 9 Aprile 2017

    2 Aprile 2017 - ORE 7:30 - Riomaggiore - Portovenere  >> Posticipata al 9 Aprile 2017

    Partenza alle ore 7:30 puntuali dal parcheggio della Conad con auto proprie.

    Arrivo alle 8.30 circa a La Spezia al parcheggio gratuito di Piazza d’Armi.

    Senza perdere tempo, in 7/8 minuti arriviamo alla stazione dove acquistiamo il biglietto di sola andata per Riomaggiore (costo 4 euro).

    Prendiamo il treno delle 8.55 che alle 9.03 arriva a Riomaggiore (prima fermata).

    Usciti dalla stazione, prendiamo il tunnel e risaliamo la strada principale di Riomaggiore, dove possiamo anche acquistare focaccia e pizza per il pranzo; imbocchiamo poi una mulattiera che, dapprima ripida con scalini, poi lastricata più dolce porta al Santuario della Madonna di Montenero (m. 340 ore 1,10) da dove si gode uno splendido panorama su Riomaggiore tutta la costa dalla Cinque Terre fino all’Isola del Tino.

    Dopo una breve pausa prendiamo il sentiero dietro il santuario, ad un primo bivio giriamo a destra e, dopo un tratto in falsopiano panoramico, dopo una ripida ma breve salita arriviamo al Telegrafo (515 m, 50 min.);

    Da lì, dopo una strada in falsopiano scendiamo con un facile sentiero nel bosco al paese di Campiglia (m. 400, 1 ora), dove consumeremo il pranzo al sacco.

    Da lì scenderemo per il sentiero a mezza costa, fermandoci dopo circa 45 min. in un punto molto panoramico con vista sulle scogliere di Portovenere, sulla Palmaria e sul Tino e poi scendendo con ripida discesa, in parte a gradini, a Portovenere (2 ore).

    A Portovenere ognuno sarà libero di prendere, all’ora che vorrà (c’è ai 25 e 55 di ogni ora), la circolare che in 35/40 minuti va a La Spezia. Il biglietto (costo 2,50 euro) va acquistato all’Ufficio Informazioni turistiche alla fine della scalinata dicendo che siete degli Amci della Montagna di Lucca. La salita è subito dietro la curva risalendo la strada davanti all’Ufficio turistico, a La Spezia bisogna scendere alla prima fermata dopo il semaforo dopo lo stadio (fermata stazione) e poi risalire la strada fino al parcheggio.

    - Durata: 5 ore senza soste

    - Distanza: 12 km

    - Dislivello: 600 metri circa.

    Le uniche difficoltà sono pochi punti con roccette dopo Campiglia, non pericolose ma dove bisogna fare attenzione, e la discesa ripida che porta a Portovenere e mette a dura prova gambe e ginocchia.



    > AVVISO N° 7/2017 Cardoso - Monte Palodina (19 Marzo 2017)

    23 Aprile 2017 - ORE 8:00 - Cardoso – monte Palodina

    Programma:

    Partenza dal parcheggio del supermercato accanto alla sede della circostrizione n. 3 in via Einaudi a S.Anna (Lucca) alle ore 8:00.
    Con mezzi propri raggiungiamo il paese di Cardoso (frazione di Gallicano) per iniziare il percorso a piedi lungo il sentiero Cai n. 136 che in realtà è un'agevole mulattiera che sale il versante nord del monte Penna; raggiunto l'alpeggio di San Luigi proseguiamo fino a prendere il sentiero di vetta della Palodina.
    La discesa prevede il ritorno a San Luigi per la via più breve e, dopo circa 2 km della strada che porta a Vallico Sopra, voltiamo a sinistra, passiamo la famosa Tana di Casteltendine e, rimettendoci sul sentiero della mattina, torniamo a Cardoso.

    Dislivello: 800 metri.

    tempi: 6 ore e mezzo, più le soste.

    Pranzo al sacco, possibilità di rifornirsi d'acqua a San Luigi.

    Abbigliamento: scarponi leggeri, giacca a vento.

    Difficoltà: percorso per escursionisti, da valutare individualmente il dislivello.

    Punti di interesse:

    ✔ Sul sentiero 136

    il castagno del diavolo, secolare e maestoso
    il belvedere alla croce di quota 790 sopra Bolognana

    ✔ L'alpeggio di San Luigi

    ✔ Il bosco di betulle vicino alla vetta della Palodina

    ✔ Il panorama dalla vetta che mostra tutta la valle del Serchio, con tutto il crinale appenninico e le Apuane

    ✔ La Tana di Casteldendine sito archeologico romano e paleocristiano, di interesse speleologico

    ✔ Il paese di Cardoso



    > AVVISO N° 6/2017 Rapallo, Santuario di Montallegro (5 Marzo 2017)

    5 Marzo 2017 - ORE 7:30 - Rapallo, Santuario di Montallegro

    Programma:

    Giunti a Rapallo, iniziamo l’escursione dalla partenza della funicolare fino a raggiungere il Santuario di Montallegro che è il Santuario dei Rapallesi ed è uno dei più importanti luoghi marinari della Liguria.
    Dopo una breve visita al santuario iniziamo il cammino, ad anello, lungo una vecchia mulattiera fino al pulman che ci riporterà a casa.

    La gita è aperta anche a coloro che vogliono vedere solamente il Santuario e rimanere a fare una passeggiata per Rapallo.

    Partenza: 7:30 dal piazzale retrostante la Conad a S.Anna (Lucca)

    Quota di partecipazione: euro 15,00 + Funicolare 5,00 (per chi vuole prenderla)

    Dislivello: 600 metri.

    Durata: 5 ore (partendo dalla funivia) – 3 ore circa partendo dal monastero.

    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua capi sportivi e scarporcini da trekking.



    > AVVISO N° 5/2017 S.Macario in Monte - Gualdo (19 Febbraio 2017)

    19 Febbraio 2017 - ORE 8:30 - S.Macario in Monte - Gualdo

    S.MACARIO IN MONTE – FIBBIALLA - VALPROMARO - GUALDO – FIBBIALLA – S.MACARIO IN MONTE

    Programma:

    Ritrovo alle 8:30 al parcheggio retrostante il supermercato "Conad" di viale Einaudi (Lucca), composizione delle macchine e partenza per S. Macario in Monte.

    PARTENZA PERCORSO : S.MACARIO IN MONTE - VIA DELLE GAVINE (precisamente all’altezza del bivio dove inizia la strada che conduce a Piazzano).

    Da SAN MACARIO si percorre una strada sterrata che attraversando il bosco ci conduce, tramite una dolce salita , in prossimità del paese di FIBBIALLA.


    Fibbialla Castello: antico castello citato nell'anno 1121, costruito per volontà del Vescovo di Lucca. Della struttura fortificata resta soltanto, su una proprietà privata, il rudere di una torre cisterna. Sappiamo che era munita di una cinta muraria della quale non si scorgono più le tracce.

    Borgo di Fibbialla, antichissimo borgo del quale troviamo una citazione nell'anno 984. Fu feudo dei canonici di S. Martino fino al 1799. La chiesa primitiva, dedicata a S. Pietro, risalente al secolo XIII, è stata modificata e ampliata nella seconda metà del sec. XIX.

    Oltrepassato il paese, ci inoltriamo nel bosco in direzione VALPROMARO dove arriviamo percorrendo un breve ma ripido sentiero. (obbligatori scarponi da trekking). Valpromaro,antico abitato, citato sin dal medioevo e attraversato dalla via francigena o romea, il suo nome deriva da valle primaria, ovvero la prima valle che s'incontra andando verso Lucca. Chiesa di S. Martino, la chiesa viene ricordata già nell'anno 1121 e a fianco di essa sorgeva l'omonimo e coevo ospitale per i viandanti e pellegrini. Ha subito notevoli rifacimenti nel secolo XIX. Nella canonica è funzionante un ostello per i moderni pellegrini.

    Passando dall’interno del paese di Valpromaro imbocchiamo una bella strada sterrata che con una costante salita (non particolarmente impegnativa) ci conduce fino al paese di GUALDO percorrendo un tratto della VIA FRANCIGENA.

    Nel paese di GUALDO è prevista la sosta per il pranzo.

    Rientro a FIBBIALLA- SAN MACARIO tramite strada sterrata a conclusione dell’anello.

    NOTE:

    Dislivello: +/- 500 - 600 m/slm

    Tempo effettivo di cammino: 5 ore

    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua, capi sportivi e scarpe da trekking.

    Capo gita: Antonello De Villa 348 5956541



    > AVVISO N° 4/2017 Anello rio lombricese (12 Febbraio 2017)

    12 Febbraio 2017 - ORE 8:00 - Anello rio lombricese

    Programma Anello rio lombricese:

    LOMBRICI , RUDERI DI MONTECASTRESE , GREPPOLUNGO , LOMBRICI

    Ritrovo alle ore 8:00 nel parcheggio retrostante al supermercato "Conad" di Viale Einaudi (LUCCA).
    Composizione delle macchine e partenza per la località di Vado.
    Circa due chilometri dalla cittadina di Camaiore parcheggiamo poco prima della borgata.
    Da qui ci dirigiamo tramite sentiero verso il paese di Lombrici.
    Breve visita alla chiesa romanica di San Biagio del 1000, attraversiamo quindi il rio Lombricese dove sono presenti vari opifici: lungo di esso vi è anche la località Candalla e la ferriera ancora attiva Barsi.
    Noi ci dirigiamo verso Metato per circa 400m, svoltiamo verso sinistra e ci dirigiamo verso l’interessante rovine della rocca di Montecastrese, uno dei molti castelli feudali nel territorio camaiorese: si può affermare che esso sia stato, prima che la cittadina di Camaiore si espandesse, il centro principale, poi quando il territorio di Camaiore è stato bonificato dai romani in epoca comunale, la popolazione si è trasferita in piano.
    Del castello rimangono resti delle antiche abitazioni la chiesa di Santa Barbara e le torri.
    Terminata la visita ci dirigiamo verso il paese di Metato, il nome deriva dagli essiccatoi delle castagne.
    Tramite l’antica mulattiera che proviene da Candalla (è molto ripida) visita del paese molto caratteristico, dai panorami mozzafiato.
    Adesso ci dirigiamo lungo il sentiero che da una parte va sul monte Prana. Imbocchiamo quello per il paese di Casoli prima di giungere al paese, un'altra fortificazione con alcuni resti di antiche abitazioni, la località e il monte Penna uno splendido bastione roccioso.
    Scendiamo ancora in un ambiente molto orrido fino ai ruderi di un mulino. Da notare le cascatelle e le varie grotte, infine giungiamo al paese di Casoli posto lungo l”ANTICA VIA Lombarda che dalla Versilia conduceva in val Padana tramite la foce di Petrosciana la Garfagnana.
    Se siamo in tempo, sosta al bar alimentari per farsi un buon panino con ottimo affettato artigianale.
    Continuiamo a salire fra bellissime piane coltivate, costeggiando il monte Gabberi. In circa due ore giungiamo al borgo castellano di Greppolungo, luogo molto panoramico.
    Un'altra oretta passando dalla chiesa medioevale di Gello, resti di un antico convento femminile, rientriamo al paese di Vado.
    Ma prima di rientrare è vivamente consigliata una sosta a Camaiore per visitare la badia di san Pietro, abbazia benedettina con numerose opere d’arte, all' interno e il centro storico magari per una buona merenda.

    Tempo percorrenza: oltre cinque ore, dislivello di circa 600m, attenzione valutare bene le propie capacità

    Pranzo al sacco

    Attrezzatura: Zaino, vettovaglie, acqua, capi sportivi e scarpe da trekking

    Capo gita: Francesco Marchi 334 8918844



    > AVVISO N° 3/2017 Passo di Dante - Faeta (22 Gennaio 2017)

    22 Gennaio 2017- ORE 8:30 - Passo di Dante - Faeta

    Programma:

    LA PARTENZA PER L’ESCURSIONE SUL M. FAETA AVVERRA’ DAL PASSO DI DANTE

    Ritrovo alle ore 8:00 alla CONAD di S. ANNA (Lucca) o alle 8:25 direttamente al Passo di Dante (S.Maria del Giudice).

    Partenza alle 8:30 dal Passo di Dante, diretti verso la località “CASTAGNO” dove si abbandonerà la strada sterrata per imboccare un sentiero segnato dal CAI che sale verso la località detta Conserva.
    Da questa località la salita si fa ripida e con un breve percorso bisogna superare un dislivello di circa 200 m.
    Tempo di percorrenza dal Passo di Dante al Faeta circa due ore.
    Distanza complessiva in salita Passo di Dante - Faeta km. 6,5 circa. Dislivello: m. 660

    Sulla cima del Faeta sosta per il pranzo.

    Dopo il pranzo, si rientra al Passo di Dante passando da Campo Croce – Monte del Carrara; Conserva; Castagno; Passo di Dante; distanza da percorrere km. 11.5 tutti in discesa con qualche lieve salita.
    Tempo previsto h. 3:30’.

    Rientro a Lucca previsto entro le ore 17 al Passo di Dante.

    Equipaggiamento: scarpe da trekking, giacca a vento, perché di gennaio le temperature potrebbero essere rigide.
    Pranzo al sacco, acqua e se volete vino.

    N.B. SE 18 KM. SONO ECCESSIVI SI PUO’ EFFETTUARE IL RITORNO SEGUENDO LO STESSO PERCORSO DELL’ANDATA.

    Capo gita: Michele Tebano 349 4011902



    > AVVISO N° 2/2017 - Trekking Isole Eolie (10-16 Settembre 2017) >>> ANNULLATA

    10/16 Settembre - TREKKING ISOLE EOLIE >>> ANNULLATA



    > AVVISO N° 1/2017 - La via Dell'Ardesia , Lavagna (8 Gennaio 2017)

    8 Gennaio 2017 - ORE 7:30 - La via Dell'Ardesia , Lavagna